Padre e figlio pusher: trovata droga in auto

Dopo il padre è stato arrestato anche il figlio: in casa aveva 187mila euro e otto chili di droga, tra marijuana e hashish. Entrambi sono incensurati e in totale hanno subito il sequestro di quasi 27 chili di droga.

È accaduto tra Milano e l'autostrada per Genova. Il giovane, di 27 anni, milanese, è stato preso martedì dalla Squadra mobile, sezione antidroga, durante una perquisizione in casa nello stesso pomeriggio in cui la polizia stradale ligure aveva arrestato il padre. Il genitore era stato infatti controllato poco prima sull'autostrada A7, mentre viaggiava con la sua Audi: nell'abitacolo erano nascoste delle scatole di cartone che contenevano 11,3 chili di marijuana e 8,2 di hashish. L'uomo, cinquantenne residente nel capoluogo lombardo, è stato subito ammanettato per detenzione di droga. La Mobile si è poi attivata, su richiesta dei colleghi liguri, per una perquisizione nell'abitazione in cui risultava risiedere, nel sospetto che potesse avere altra sostanza. Andato a vuoto il sopralluogo, gli agenti hanno perquisito l'appartamento in cui viveva il figlio, in zona Porta Romana. Qui è stata trovata una vera e propria centrale della droga con tanto di materiale per il confezionamento: quasi 7 chili di marijuana e un chilo e mezzo di hashish in sacchetti trasparenti, una bilancia di precisione, cellulari e tablet, ma soprattutto 187mila euro in contanti. Il giovane è stato arrestato e portato a San Vittore. Mentre il padre è stato portato al carcere di Genova.

RC