Palazzina Alfa, i cittadini fermano le ruspe

I cittadini incatenati «allungano» la vita alla palazzina dell’ex Alfa di via Gattamelata. Politici - tra gli altri, Gianfranco De Nicola e Carlo Fidanza (An), Roberto Caputo (Sdi) -, alfisti doc - «Cuori alfisti» e «Registro italiano Giulia» - ma anche ex operai del Biscione, con tanto di labaro. Tutti uniti contro la demolizione di un pezzo di storia industriale milanese, destinato nei piani urbanistici ad essere sostituito da una rotonda. Che, attenzione, secondo MM, può essere costruita senza però abbattere lo stabile. Ma il Comune di Milano preannuncia che non ci saranno passi indietro: «C’è un progetto di peso internazionale, siamo di fronte a Expo2015 e il tema del valore simbolico dell’ex Alfa è già stato affrontato. In via Gattamelata le ruspe abbatteranno la struttura come deciso nel dibattito e dal voto del consiglio comunale in sede di approvazione del piano integrato d’intervento». Virgolettato dell’assessore allo Sviluppo, Carlo Masseroli, che «vuole lo sviluppo di Milano».