Parcheggiatori in presidio, posti a rischio

Oggi alle 15,30 i lavoratori delle cooperative di parcheggiatori, impegnati nel servizio Gratta e sosta, si riuniranno in piazza Scala per un presidio di fronte a Palazzo Marino. Lo stato di agitazione è stato proclamato «per salvare i posti di lavoro» e per contestare «la negligenza e la trascuratezza degli amministratori». Dopo la prima manifestazione dell'11 giugno, la giunta «non ha dato segni di vita e non ha minimamente fatto alcun cenno ad un possibile incontro. Atm nel frattempo ha bandito una gara d'appalto generica, approssimativa ed al massimo ribasso. Eppure, nel programma politico della giunta, era stato detto che mai il sindaco avrebbe messo gare al ribasso».