Un parco-macchine ricaricabili per il Comune

Per essere più ecologica Milano ha Ecopass, ma per diventare «elettrica» ha bisogno di una bella ricarica, e l’assessore alla Mobilità, Trasporti ed Ambiente, Edoardo Croci lo sa. Il Comune non ha in dotazione nessuna auto elettrica. A meno di non includere nel computo i 10 radiobus che stanno per arrivare ad Atm e le 4 auto del car sharing comunale. «Abbiamo avviato però uno studio per passare a una flotta comunale ibrida-elettrica in car sharing, dismettendo quella attuale», spiega l’assessore che ha scelto nel privato di viaggiare su un’auto ibrida e ha caldeggiato il progetto di ampliare i punti di ricarica delle auto. «La sfida dell’auto elettrica potrebbe riaprirsi fra 2009 e 2010, quando le grande industrie saranno richiamate a una riconversione. Abbiamo avviato contatti sia con Mercedes-Smart sia con Pininfarina-Bolloré per fare di Milano l’area test di questi nuovi prodotti». Il sogno è immaginare per Expo 2015 una flotta di servizio ibrido - elettrica. Più complicato valutare ulteriori agevolazioni per soste e parcheggi per chi si doti di queste auto. Ma la sfida è lanciata.