Parco Sud, un tesoro di discarica

Viaggio in quello che doveva essere uno dei simboli della riqualificazione ambientale della città

Come ripulire il Parco Sud? Una passeggiata primaverile tra le risaie della Zona 6 mette a nudo un rosario di discariche abusive che fa di questa meraviglia milanese un luogo d'inciviltà. Cosa sarebbe il Parco Sud se si trovasse in una grande capitale europea? Certamente non avrebbe ai lati di rogge e di strade, come via Valpolicella, mucchi di cianfrusaglie arrugginite e odorose, che fanno dimenticare le bellezze di quello che è il polmone rurale in piena città più grande d'Europa.

Nessun controllo, nessuna guardia ecologica percorre queste strade, indicate tra l'altro come percorsi milanesi proprio da Expo. Cascine dai tetti sfasciati, discariche abusive anche circondate da reti e da lastre di lamiera, colline di misterioso pietrisco, rifiuti buttati da persone che evidentemente non vogliono pagare il costo di una discarica. Il consigliere di Zona 5 Massimiliano Toscano insieme al giornalista Roberto Schena continuano la loro denuncia per salvare da usanze barbare e medioevali una natura che regala all'uomo il dono del riso Carnaroli. I contadini puliscono per salvare il raccolto, ma è necessario un intervento mirato.

Elena Gaiardoni a pagina 3

Maggiorenni, l'obbligo di superare un test di lingua italiana, un titolo di studio o un percorso di formazione in campo socio-assistenziale e non avere condanne penali. Questi i requisiti per poter entrare nel nuovo registro delle badanti fissati dalla legge votata in Regione.

Cortili aperti nella Milano medioevale. Per le Giornate Nazionali Adsi, apriranno al pubblico chiostri e giardini di palazzi storici, vere chicche del nostro patrimonio. Per quest'anno il cuore del percorso è via Cappuccio, a due passi dall'Università Cattolica e da corso Magenta.