Parisi batte tre colpi ai grillini Stasera duello in tv con Sala

Mr Chili sposa i temi dei Cinque Stelle «Trasparenza, legalità e un parco» Su Sky il faccia a faccia tra i manager

Chiara Campo

Trasparenza, legalità e un grande parco allo scalo Farini. L'ex sfidante del Movimento 5 Stelle Gianluca Corrado un minuto dopo l'esclusione dal ballottaggio aveva premesso che lui «personalmente» annullerà la scheda al secondo turno e non darà indicazioni agli elettori, ma ha consigliato al candidato sindaco del centrodestra Stefano Parisi e del Pd Beppe Sala (a caccia dei sui 58mila voti presi al primo turno) quei temi su cui ha concentrato la campagna: «Sta a loto interessarsi di questi argomenti oppure non farlo». E Parisi ha già lanciato segnali precisi. Aveva annunciato settimane fa accanto all'ex sindaco Letizia Moratti il progetto di una grande area verde allo scalo Farini «sul modello di Central Park». Ieri ha aggiunto che la sua è una proposta politica nuova, che può interessare a chi è contro il governo in carica, e «punteremo molto su legalità e trasparenza». «Siamo dei validi naturali interlocutori per gli elettori 5 Stelle, mentre Sala è la continuità con Pisapia. Mi pare di capire che solitamente non sono per il governo in essere. In più vedo - aggiunge - vedo una aggressione violenta e veramente ingiustificata del Pd verso il Movimento».

A dargli un assist è il segretario della Lega. Ieri Matteo Salvini ha ribadito a «La zanzara» su Radio 24 ha ribadito: «Ho tanti difetti, ma non cambio idea ogni 15-20 giorni. A Roma voterei per la candidata dei 5 Stelle Virginia Raggi e lo stesso discorso vale per Torino, sceglierei Chiara Appendino». L'ex ministro Maurizio Lup che ha guidato la lista «Milano Popolare» per Parisi dichiara invece che nella Capitale voterenne il Pd Roberto Giachetti («io non mi augurerei mai che un sindaco dei 5 Stelle governasse la mia città»). Sala oggi e Parisi domani incontreranno invece l'ex candidato dei Radicali Marco Cappato che valuterà con entrambi un'ipotesi di apparentamento.

Tra interrogazioni comiche in milanese per entrambe i manger (al teatro Nuovo con Enrico Betolino) e «sessioni pubbliche» di domande (domenica alle 18 in via Cechov Paolo Del Debbio modererà l'incontro tra i cittadini e Parisi) i due manager si sono scaldati ieri per il primo duello tv. Questa sera saliranno sul ring di SkyTg24. Un confronto all'americana: risposte da un minuto e trenta secondi al massimo scandite da un countdown, due possibilità di replica da trenta secondi ciascuna, domande incrociate e appello finale. In studio saranno presenti i supporter dei candidati. Durante il programma - come nel confronto a tre con Corrado andato in onda prima del voto di domenica scorsa - verrà lanciato il «voting». I telespettatori potranno esprimere la loro opinione con il telecomando (tramite My Sky HD connesso a internet) o l'app di Sky TG24, indicando il candidato che li ha convinti di più.