Parisi: «Operazione liste pulite»

Il candidato del centrodestra: «Sceglieremo persone oneste». Nuova grana per Sala: l'evento sionista

Liste elettorali pulite. «Troppa gente si infiltra in politica per rubare. Abbiamo il dovere di scegliere persone oneste». Il candidato Stefano Parisi adotta subito le regole della campagna. Parla a una kermesse di Forza Italia ma perché sentano anche gli alleati. Sul tema immigrazione, «dobbiamo dare soluzioni, non generare ansia come fa una parte della coalizione». Poi «basta a campagne di odio e delegittimazione, la sinistra ha già usato toni offensivi. Noi parleremo di contenuti», anche se con Beppe Sala parte il «match» sui curriculum. Al candidato del Pd, intanto, potrebbe incontrare nuovi problemi con la sinistra: domani in agenda c'è un incontro pro Israele.