Parisi vuole Albertini assessore

Il candidato del centrodestra arruola l'ex sindaco e incassa l'appoggio della Moratti

Da sindaco eletto al secondo mandato con quasi il 60 % dei voti ad assessore nella giunta del suo ex city manager. Strano ma vero, Gabriele Albertini potrebbe non solo guidare la lista civica di Stefano Parisi ma entrare nella sua giunta in caso di vittoria. Era aleggiata nei primi giorni della discesa in campo come un desiderio (ricambiato dall'ex sindaco) ma ieri intervistato a Repubblica Tv Parisi ha assicurato che «senz'altro in giunta avremo personalità di profilo nazionale e Albertini è una di queste, si è reso disponibile». Stoppa invece l'ingresso di Salvini («voglio assessori full time»). Parisi dichiara che sui diritti civili il Comune non dovrebbe schierarsi: «Da sindaco non parteciperei al gay pride nè al family day. E niente propaganda su questi temi, non avrei acceso le luci family day sul Pirellone nè avrei creato il registro gay». Incassa l'endorsement di Letizia Moratti, «Parisi una scelta molto positiva. Sala? Da ex city manager non merita più di 6».