PAROLA AI MILANESI

Come è già stato comunicato dall’azienda al signor Salmoirago, il compito dei controllori è quello di applicare la normativa in vigore, che in questo caso è molto esplicita: chi viaggia senza un documento di viaggio valido commette infrazione ai sensi dell’art.16, L.R.22/1998.
Il controllore, trovandosi di fronte ad un passeggero senza biglietto, deve necessariamente multarlo. Il nostro personale non ha alcuna possibilità di valutare le singole situazioni ma è tenuto, come già detto, ad applicare la legge.
Atm ribadisce, infine, il proprio impegno nell’attività di contrasto dell’evasione tariffaria. A questo proposito, nel piano d’impresa 2008-2010, è stato previsto il raddoppio del personale addetto da 120 a 240 unità entro la fine del 2008. Un impegno già anticipato nel mese di settembre, con l’attivazione di 7 nuove squadre già operative.