Parte il toto successore Verrà dalle forze dell'ordine

Dopo il passo indietro di Antonio Barbato, a capo della polizia locale c'è il suo vice Paolo Ghirardi. Ma l'interim sarà breve, assicura Palazzo Marino. E poi? «Non sappiamo ancora dire chi sarà il futuro comandante - spiega Giuseppe Sala -, ma bisogna trovare una persona di livello che dovrà guidare un corpo con oltre tremila persone, con una situazione come quella di Milano, che è positiva ma dove serve anche grande attenzione». Ci sono due strade possibili. Il bando pubblico oppure, aggiunge il sindaco, «un distacco dai corpi di polizia. Bisogna fare in fretta ma non voglio rischiare di fare una scelta affrettata perché è una questione delicata». A Sala la prerogativa, e la responsabilità, di scegliere un nome. L'incarico oltre che importante è di tipo fiduciario. Quello che sembra certo è che si tratterà di un esterno. L'obiettivo infatti di non ricadere nel circolo vizioso della lotta tra fazioni che affligge da tempo i «ghisa» e che è la vera origine dell'affaire Barbato. L'altra necessità è di fare presto e avere un nuovo comandante per settembre. In questo senso la via del distaccamento dell'uomo giusto dalle forze dell'ordine è più veloce rispetto a quella del bando.

CBas