Pasta, carne e pesce: ecco dove conviene far la spesa

A Milano, spesso, si spende meno al supermercato che al discount. Sembrerebbe un controsenso, ma è la realtà di una delle città più care d'Italia. L'esborso medio di una famiglia milanese per la spesa è di 6.500 euro annui, come rilevato grazie all'ultima indagine di Altroconsumo. Con qualche trucco, comunque, sarebbe possibile risparmiare circa mille euro, un dato che pone Milano tra le prime cinque città italiane per possibilità di conservare i propri soldi. Prendendo in considerazione un paniere di 12 prodotti e confrontandone i prezzi tra alcune delle più grosse catene di supermercati, si rileva come Esselunga, più di tutti, riesca a mantenere prezzi competitivi anche a confronto con i discount. In cinque casi Esselunga ha proposto prezzi migliori della concorrenza, sugli altri, invece, è tra le proposte di terza fascia. Seconda per convenienza, anche se per poco, la catena Simply. Seguono Unes, Carrefour e Billa. La lista, però, andrebbe aggiornata a ogni nuova offerta dei supermercati, ma Altroconsumo definisce promozioni e cartellini come trucchi per attirare la clientela. Meglio scegliere il punto vendita meno caro e frequentarlo seguendo le dieci regole per risparmiare facendo la spesa.