Un patto coi privati riaccende il Natale di Milano

«Milano è così bella da meritarsi un Natale di luci, perché dobbiamo tener testa a questa crisi maledetta». Dopo due anni di buio sulle feste, finalmente le parole dell'assessore al Tempo libero, Chiara Bisconti, confermano che anche l'amministrazione si è resa conto che spegnere il Natale non è né una buona azione né una buona politica, soprattutto oggi che la gente ha più che mai bisogno di messaggi lieti e positivi.
Venerdì 5 dicembre sarà il sindaco Giuliano Pisapia ad accendere il grande albero in piazza Duomo e in contemporanea si illumineranno cinque piazze e quindici vie della città, che inizia dalla tradizione natalizia le prove per Expo. «E' cambiato il nostro modo di lavorare. Ci siamo seduti al tavolo con i privati, affinché l'energia natalizia s'accendesse al massimo» ha ammesso Chiara Bisconti alla presentazione di «Biancoinverno», una no stop di iniziative mirate soprattutto agli sport invernali, visto che le piste di pattinaggio sul ghiaccio saranno sei, in piazza Gae Aulenti, Leonardo, Macianchini - Imbonati, Duca d'Aosta, nei giardini Montanelli e nel piazzale della Fabbrica del Vapore. Ma il cuore del Natale pisapiano sarà il progetto «IlluminaMi», reso possibile grazie a «Dhl Express», che ha offerto l'abete di trenta metri, addobbato con mille fiocchi gialli e rossi e trentamila led. «Nel nostro box sotto l'albero in Duomo - ha spiegato Alberto Nobis, amministratore delegato della Dhl Italia - ci sarà una squadra specializzata per offrire due servizi: chi ha da spedire in Italia e nel mondo un dono potrà farlo con tariffe agevolate, a chi ha un dono da impacchettare verrà fatta la confezione natalizia».
Con carta giallorossa firmata Dhl? «Certo» ha confermato Nobis, come a dire che con questi chiari di luna già regalare un albero è un'impresa. Concetto ripreso da Nicola Corricelli, presidente di psLive, un network globale di agenzie marketing e vincitore dell'appalto all'interno di «IlluminaMi» come collettore di tutti gli sponsor interessati. «Riuscire a mettere insieme pubblico e privato non è stato semplice nel presente quadro economico, ma non si può lasciare il Natale senza l'atmosfera da caminetto» ha affermato Corricelli. Disaronno, Adidas, Bmw, A2A e «Corriere della Sera» gli sponsor riuniti in questa impresa, in cui la bacchetta magica di Babbo Natale lascia il posto alle trattative tra imprese.
Cose che i bambini non capirebbero, anche se sono sempre loro i protagonisti dal 6 dicembre al 6 gennaio. «Alla scuola spetta il compito di educare, ma offrire ai piccoli proposte per il tempo libero è importante» ha detto l'assessore all'Educazione, Francesco Cappelli. Ogni giorno il sito di «Biancoinverno» sarà aggiornato sui 42 diversi appuntamenti, dagli incontri per i bimbi del San Raffaele e dell'Istituto dei tumori, dove verrà organizzata una tombola con le famiglie, all'iniziativa di Sforzinda che oggi, il 10 e il 17 dicembre vedrà i bimbi impegnati nel presepe, in attesa che il 30 dicembre tutti i merli del Castello Sforzesco si illuminino a festa. E per gli adulti: tango! Il 14 al teatro di Milano sessanta danzatori daranno il via a una giornata danzante per tutti.