Pattuglie «virtuali» di vigili per le telecamere

L'assessore Carmela Rozza mette al lavoro dietro ai monitor 450 agenti con limiti di servizio

Controlleranno i filmati delle telecamere in diretta e non solo a crimine avvenuto. A breve entreranno in azione le cosiddette pattuglie virtuali della polizia locale. Un gruppo di 450 vigili con limiti di servizio a causa di alcune disabilità sarà impegnato a monitorare, di ora in ora, le riprese sugli schermi per poter intervenire più velocemente e, magari, cogliere il flagrante chi commette reati e violenze. In sostanza, i filmati non serviranno più soltanto a ricostruire l'accaduto ma a denunciare in diretta i fatti.

Questa una delle azioni di sicurezza messe in campo dall'assessore Carmela Rozza, in particolar modo nelle zone più a rischio. Ma oltre alle periferie, il piano del Comune riguarda anche il centro di Milano. Dove, in base alle segnalazioni dei consiglieri del Municipio 1, i problemi non riguardano tanto la sicurezza e la criminalità quanto il decoro, con il caos portato spesso dalla movida. I residenti segnalano una forte presenza di clochard sotto i portici del centro. E si lamentano per la marea di auto che ogni sera si riverano nelle zone calde della vita notturna, dall'Arco della Pace all'area Garibaldi, dalle Colonne di san Lorenzo a Brera. Un traffico selvaggio che leva i sonno a chi abita a ridosso dei locali e che intasa fino a tarda notte le strade (e i marciapiedi). I consiglieri di centrodestra hanno chiesto misure di controllo per limitare la movida selvaggia, a cominciare dai controlli sulle auto. «Sono stupita dall'atteggiamento del centrodestra - commenta l'assessore Rozza - da una parte mi attacca perché sostiene che con le multe il Comune fa cassa, dall'altra i consiglieri dello stesso schieramento di zona 1 mi chiedono di potenziare i controlli dei vigili nelle aree della movida per sanzionare le auto che non rispettano i divieti». I controlli, comunque, ci sono già. In centro, da luglio ottobre, sono state comminate 4.400 multe per soste irregolari dalle 20,30 alle 3 di notte, e 26.600 per accessi non consentiti nelle zone a traffico limitato. Inoltre, le squadre di 264 agenti, hanno messo in atto controlli a tappeto contro i commercianti abusivi (di merce contraffatta o di bibite e alcolici). In tutto sono stati sequestrati 6mila articoli e allontanate 457 persone, con tanto di 41 violazioni in materia commerciale. Intensi anche i sequestri di stupefacenti: solo a Parco Sempione la sezione cinofila della polizia locale, ha intercettato un chilo e mezzo di droga. Ma evidentemente non basta e i residenti chiedono azioni più intense.

MaS

Commenti

Albius50

Gio, 27/10/2016 - 12:15

Si e poi avvisano le PATTUGLIE che non arrivano mai ho dopo il misfatto.