Paura di un attentato: evacuato consolato Usa

«Frasi senza senso sulla lotta contro il potere» spiegano in questura. Tuttavia se l'obiettivo di chi ieri ha fatto arrivare al consolato americano un bigliettino di quattro righe contro tutti e tutto, siglate con la A dell'anarchia, era quello di creare un po' di caos, è stato centrato in pieno. La missiva, scritta a mano, è arrivata in via Principe Amedeo 2 intorno alle 14.30. Tre ore dopo il consolato, in accordo con la questura, ha seguito scrupolosamente il protocollo e tutti coloro che vi lavorano hanno evacuato lo stabile. Nell'edificio contiguo di largo Donegani 1 - sede del gruppo Finelco e quindi di network come Radio Montecarlo, Virgin Radio e Radio 105 -, i dipendenti, hanno visto cosa stava accadendo ai «vicini» del consolato e sono usciti a loro volta in strada. Tutti sono rientrati poco dopo le 19, quando la bonifica degli artificieri è terminata con esito negativo. Chiusa a lungo anche la vicina entrata del metrò.
Nei giorni scorsi, dopo l'allarme terrorismo lanciato dagli Usa, la sensibilizzazione di Roma nei confronti del consolato americano di Milano aveva raggiunto la polizia. Ieri qualcuno ha pensato bene di cavalcare l'onda.