Paura in stazione a Milano: immigrato eritreo malato di malaria

Le conseguenze dell'invasione. Il 15enne eritreo è stato trovato riverso a terra per i dolori. Dopo il trasferimento all'ospedale, la conferma: è malaria maligna

Foto d'archivio

Quando qualche mese fa le immagini della stazione centrale di Milano hanno attraversato tutti i canali delle televisioni nazionali, alcuni lanciarono l'allarme: il rischio che si diffondano malattie ormai scomparse in Italia è elevato.

Come succede alle Cassandre che mettono in guardia e puntualmente non vengono ascoltate, nessuno ci fece caso. Ora, però arriva la conferma dalla cronaca. Dopo i casi di tubercolosi e scabbia registrati tra i migranti in arrivo sulle coste italiane, ieri a Milano si è registrato un caso di malaria.

Un eritreo di 15 anni clandestino, infatti, intorno alle 13 è stato soccorso dai carabinieri alla stazione Garibaldi. Due suoi connazionali, anche loro minorenni (15 e 17 anni), hanno fermato una volante del 113, facendo capire che lì vicino c'era una persona in difficoltà. In un angolo della stazione i militari hanno trovato l'eritreo riverso a terra a causa dei forti dolori alla testa e allo stomaco. Era ormai privo di senso.

Uno dei carabinieri, che in passato ha prestato servizio in una missione in Africa, capendo che i sintomi potevano essere quelli della malaria, ha immediatamente chiamato i soccorsi. Il 15enne eritreo è stato così trasportato al Fatebenefratelli. Il responso dei medici è glaciale: malaria terzana maligna.

I tre giovani clandestini stavano cercando di salire su un treno per la Svizzera, dopo essere arrivati da poco in Italia. Ora sono stati affidati ai servizi sociali e probabilmente, in quanto minorenni, otterranno il permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Commenti

spectre

Lun, 14/09/2015 - 13:37

bene ...ecco l'accoglienza del terzo mondo a cosa sta portando...le risorse della Boldrini

Ritratto di Lupry

Lupry

Lun, 14/09/2015 - 14:06

Tranquilli...Alfano, Boldrini, Renzi e l'omino bianco hanno detto che è tutto ok!

java

Lun, 14/09/2015 - 14:19

però è talentuoso, come dice la sboldrina. Perché non lo curano a casa sua?

paolonardi

Lun, 14/09/2015 - 14:32

questi sono i talenti dei migranti che ci arricchiscono.

pc1966

Lun, 14/09/2015 - 14:32

non esageriamo, la malaria non è un virus e non è infettiva. non facciamo gli asini per cortesia.

19gig50

Lun, 14/09/2015 - 14:52

Ora tutti quelli che sono stati a contatto con lui avranno contratto la malattia? Aspettiamoci un effetto domino. Maledetto chi li vuole accogliere.

Imbry

Lun, 14/09/2015 - 14:53

Ecco le potenzialità degli immigrati. Riportare malaria, tbc, colera e scabbia nel ns Paese e far ammalare la ns gente... avanti tuttaaaa!!!

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 14/09/2015 - 14:55

MANDIAMO A CURARLO BOLDRINI PISAPIA MARINO RENZI CAMUSSO PRESIDENTE DELLE COOP ROSSE PRETI CATTOCOMUNISTI DIRETTORE DELLA CARITAS DELL'OSSERVATORIO ROMANO FAMIGLIA CRISTIANA E PARROCI CHE GRIDANO CHE IL CD E' RAZZISTA DATE BUONI ESEMPI FORZE FATE I BUONI SAMARITANI

REX5000

Lun, 14/09/2015 - 15:19

pc 1966 ; portali a casa tua le risorse

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 14/09/2015 - 15:40

Che non è contagiosa, mica stiamo parlando di Tbc o di Ebola. Ha solo bisogno di essere curato, punto.

spectre

Lun, 14/09/2015 - 15:59

certamente curato a spese del contribuente (ITALIANO CHE LAVORA!!!)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 14/09/2015 - 16:04

In Italia non esiste possibilità di trasmissione. Mancando l'insetto vettore: la zanzara anofele.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 14/09/2015 - 16:17

Va bene ragazzi, non è contagiosa. Aspettiamo la peste nera per parlarne.

Ritratto di kikina69

kikina69

Lun, 14/09/2015 - 16:39

con quali soldi vengono pagate le cure?

Fjr

Lun, 14/09/2015 - 16:59

Qualcuno spieghi alla Boldrini la differenza fra influenza e malaria ,please

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 14/09/2015 - 18:23

IMBY NON DIMENTICHIAMOCI ALTRE MALATTIE QUALE DERMATOLOGICHE E VENEREE.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 14/09/2015 - 18:25

DIMENTICAVO CONSTATATO L'AUMENTO DELLE TEMPERATURE ANCHE NEL NORD ITALIA, E QUINDI, L'ITALIA SI STA AVVICINANDO AI PAESI AFRICANO COME CLIMA E TEMPERATURA, NON E' DIFFICILE CHE ZANZARE RAGGIUNGONO L'ITALIA. QUALCUNO POTRBBE OBIETTARE CHE E' IMPOSSIBILE, MA NON CREDO PIU' ALL'IMPOSSIBILITA' MA SOLTANTO QUANDO E DOVE.