«Più aiuti agli anziani basta soldi a pioggia agli amici di sinistra»

Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia. Ci risiamo, una valanga di emendamenti al Bilancio. Vi accuseranno di fare ostruzionismo.
«Non è ostruzionismo, Fi ha presentato 170 proposte concrete con cui chiederemo alla maggioranza di cambiare notevolmente la manovra».
Chi ci rimette?
«Tagliamo fondi assegnati a piste ciclabili inutili e associazioni, tanto l'esperienza di questi anni ci ha insegnato che non sono tesi ad aiutare il vero volontariato ma sono sussidi ai fiancheggiatori di sinistra».
Chi ci guadagna, invece?
«Con le nostre proposte, anziani, persone al minimo vitale, cittadini danneggiati dalle piene del Seveso, dal passaggio dei cortei sociali».
Si può chiudere il match entro fine mese?
«Se la maggioranza vorrà correggere drasticamente il Bilancio accogliendo le nostre proposte, siamo disponibili a chiudere entro il 31 luglio, altrimenti dovranno organizzarsi. Se il voto slitta a settembre non è colpa nostra».
Pronti a rinunciare alle ferie?
«Se bisogna stare più a lungo in aula non è un problema, vogliamo che la giunta capisca che è sbagliato iniziare a discutere il Bilancio a metà luglio e poi mettere fretta all'opposizione per approvarlo in poco più di una settimana. Per la minoranza è una delle ultime possibilità per controllare una spesa comunale che aumenta a velocità incontrollata».
A proposito di bilanci: a metà anno che voto merita l'opposizione in aula?
«C'è un numero che parla da solo: 14,5 milioni di euro di tasse risparmiate per i milanesi grazie alla battaglia su regolamento Tasi, Imu e Tari. Siamo particolarmente orgogliosi di questi primi sei mesi dell'anno. Abbiamo bloccato gli aumenti delle tariffe in piscine e impianti sportivi, la delibera che avrebbe costretto a fare più adempimenti per organizzare una festa di via che per aprire un centro commerciale e la delibera complicatissima per regolare l'apertura dei nuovi locali».