Piatti tipici, Dop ed eventi della Toscana in 10 ristoranti

Appuntamenti golosi in occasione della "Vetrina Toscana per Expo" in una serie di locali aderenti a Epam Confcommercio. E ci sono quattro serate a tema fra cultura e territorio

Percorso del gusto e della buona tavola in dieci ristoranti aderenti a Epam, l’Associazione pubblici esercizi di Confcommercio Milano che partecipano a maggio agli appuntamenti della Vetrina Toscana per Expo. Un assaggio del buon vivere toscano e dei piatti tipici della regione in città, in occasione dell'Esposizione Universale.

Vetrina Toscana per Expo è il progetto, promosso da Regione e Unioncamere Toscana, che vede anche la collaborazione di Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi Confcommercio e Confcommercio Toscana. Obiettivo: far conoscere ai milanesi i sapori dei prodotti Dop dei consorzi toscani e, contemporaneamente, i territori dai quali questi prodotti arrivano.

I dieci ristoranti sono: Quattro Mori (largo M. Callas, 1); Cantinetta Belle Donne (via Pisacane, 57); Trattoria Toscana Torre di Pisa (via Fiori Chiari, 21/5); Charleston (piazza Liberty 8); Belle Donne Bistrot (via Tortona, 28); Replay (piazzetta Pattari, 2); Cocopazzo (via Durini 26); Il Rigolo (largo Treves angolo via Solferino 11); Il Verdi (piazza Mirabello, 5); Girarrosto (corso Venezia 31).

Verranno serviti menu dei territori toscani, con proposte promozionali su un piatto tipico del menu. In quattro di questi ristoranti, il 5, 19 e 26 maggio e il 14 giugno, si celebrerà anche un evento consacrato al cibo e al territorio di una delle più suggestive realtà toscane. Non solo cibo, ma tradizione, accoglienza, cultura, storia e natura.

Ai Quattro Mori, il 5 maggio, esordirà la Chianina, per la bistecca fiorentina, accompagnata da antipasti e contorni, con le cure di Lino Amantini (Ristorante da Lino, Firenze), Angelo Mazzi e Vasco Tacconi (Accademia della Fiorentina). Con accompagnamento dei figuranti del calcio storico fiorentino. La Cantinetta Belle Donne, il 19 maggio, ospiterà le specialità di Prato: funghi zuppe e i sapori di montagna con Marco Caciagli (Chef de Il Capriolo di Prato). Al Charleston, il 26 maggio, pesce e zafferano di San Gimignano con Amerigo Capria (Ristorante Il Baccarossa, Firenze) e Gianmarco Stefani (Trattoria da Stefani, Lucca). E un corteo del calcio storico sfilerà in piazza Liberty con gli chef. Infine al Cocopazzo, il 14 giugno, si completa questo ciclo dei gemellaggi "tosco-milanesi" con Roberto Rossi (Ristorante Il Silene di Seggiano – Grosseto) coadiuvato da Gabriele Traglia (in occasione del dibattito Toscana ‘900: un percorso d’arte diverso per conoscere la Toscana con l’artista Daniel Spoerri, un pranzo toscano ispirato all’arte del mangiare). Per assaggiare i piatti nei ristoranti basta telefonare al ristorante prescelto (fino a esaurimento dei coperti disponibili).