Oggi scioperano anche gli addetti del settore appalti

Sciopero con presidio oggi in Piazza Argentina, a Milano, per i lavoratori del settore degli appalti. È quanto ha annunciato il sindacato di base Usb che punta il dito contro «committenti, appaltatori e sindacati conniventi» che «fanno il bello e cattivo tempo - si legge in una nota - imponendo stipendi da fame, scarse garanzie del posto di lavoro, vacanze obbligatorie e non pagate, mille contratti diversi e oneri sociali da dimenticare» nei servizi in scuole, ospedali, uffici pubblici e privati. Secondo il sindacato «gli stipendi non raggiungono il minimo imponibile non tassato di 8.400 euro e dunque sono esclusi dall'aumento di 80 euro in busta paga promesso da Renzi». Inoltre «con questi stipendi la pensione rischia di essere sotto la soglia minima, ma l'Inps intascherà lo stesso i contributi». Lo sciopero, poi, punta il dito contro gli enti bilaterali che si occupano di formazione professionale, sicurezza e assistenza.