In piazza domani 30mila giovani «Per la libertà d'insegnamento»

Più di trentamila giovani marceranno domani verso la Cattedrale dicendosi: «Andemm al Domm»

Più di trentamila giovani marceranno domani verso la Cattedrale dicendosi: «Andemm al Domm». Due cortei. Quello dei più piccini parte da piazza della Scala alle 10.15; bambini e ragazzi dai sei ai diciotto anni si avvieranno invece da corso Sempione a partire dalle 9.30. Per tutti l'appuntamento è alle 11.30 in piazza Duomo, dove insegnanti, studenti, genitori e educatori saranno accolti dal cardinale Angelo Scola.

«Il futuro dell'Europa dipende dalla libertà di educazione» è il tema della trentunesima edizione di questa tradizionale camminata, a cui partecipano quest'anno sia le famiglie che hanno iscritto i figli nelle scuole cattoliche sia quelle che hanno preferito invece orientarli verso l'istruzione pubblica. L'Italia è uno dei paesi europei che hanno ridotto in modo significativo il budget per l'istruzione, una politica che compromette sempre più la possibilità di una libera scelta educativa e culturale. Insieme al cardinale Scola sarà presente anche Pierre Marsollier, segretario generale della Conferenza episcopale francese, che illustrerà il ruolo dell'insegnamento cattolico in Francia.

Prima dell'intervento dell'arcivescovo di Milano, si svolgerà una festa di musica, danza, animazione, presentata dalla conduttrice televisiva Lorena Bianchetti. Uno dei momenti più attesi è l'esibizione delle allieve della scuola professionale dell'Accademia Ucraina di Balletto, attiva in città dal 2005. Sarà possibile iscriversi alla marcia anche il giorno stesso nei gazebo allestiti nei punti di partenza.