In piazza Duomo 40mila fedeli E la Croce «dà spettacolo»

In quarantamila ieri sera hanno affollato piazza Duomo per il mega evento organizzato dalla Diocesi dal titolo «Venite a vedere questo spettacolo». Sul palco Philippe Daverio, Luca Doninelli, Massimo Popolizio, Pamela Villoresi e Giacomo Poretti, Davide Van de Sfroos, il tenore Vittorio Grigòlo e il busker Marco Sbarbati.
Lo spettacolo è stata la tappa conclusiva del pellegrinaggio della Chiesa tra le sofferenze e la speranze della città. Un gesto simbolico ripetuto nei secoli dagli arcivescovi milanesi: da San Carlo Borromeo contro la peste (1576) e dal cardinale Martini contro le nuove pesti della corruzione il 20 aprile 1984 a Dionigi Tettamanzi (marzo 2011). «La prova che attraversiamo diventa segno di speranza, che consente la riconciliazione di tutte le cose» il messaggio alla Triennale dal Cardinale Angelo Scola, che ha visitato la clinica Mangiagalli, l'Unicredit Tower - «la trasparenza e la legalità devono partire da noi» il monito al mondo della finanza - e la parrocchia di San Giuseppe dei morenti a Turro. «Pregiamo per i nostri migranti che arrivano dal Mediterraneo e continuiamo l'impegno per accogliere i nostri fratelli siriani» l'invito che ha rivolto alle istituzioni. «La giornata di oggi ci consente di dare un grande abbraccio alla nostra metropoli» ha spiegato Scola, portando in processione la croce di San Carlo Borromeo con la reliquia del Santo Chiodo.