Milano, pugni e morsi alla fidanzata italiana. ​Arrestato un egiziano

Un egiziano di 27 anni è stato arrestato a Milano dopo aver aggredito la sua convivente. Nel 2017 l’uomo era già finito in carcere per maltrattamenti nei confronti anche della sua ex fidanzata

Nella giornata di ieri a Milano è stato registrato un nuovo e grave caso di violenza sulle donne. Un egiziano di 27 anni, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, è stato arrestato per maltrattamenti nei confronti della compagna italiana e condotto in carcere dopo la convalida dell'arresto da parte del giudice delle direttissime del tribunale meneghino.

L’aggressione si è verificata lo scorso fine settimana quando l'uomo si sarebbe presentato davanti al locale dove lavora la donna. In chiaro stato di alterazione, lo straniero prima ha colpito la sua fidanzata con un pugno così violento da scaraventarla a terra, facendole sbattere la testa. Poi, in preda ad una furia incontrollata, l’ha presa a schiaffi e, per impedirle di chiamare la polizia, le ha strappato il cellulare dalle mani e lo ha frantumato. Infine l’ha afferrata per i capelli e l’ha trascinata fuori dal locale.

La vittima, sotto choc, è riuscita ad allertare gli uomini delle forze dell’ordine soltanto all’alba di domenica quando ha visto il suo convivente cercare di sfondare la porta dell’appartamento dove i due vivevano in Via Recoaro, alla periferia ovest di Milano. I poliziotti intervenuti sul posto hanno scovato il nordafricano nascosto nella casa di una vicina; senza più vie di fuga, lo straniero si è arreso ed è stato arrestato. La vittima ha raccontato agli investigatori di continue violenze fisiche e verbali che andavano avanti dallo scorso febbraio.

A luglio, ad esempio, il 27enne era tornato a casa ubriaco dopo una festa per il compleanno di un amico e, senza motivo, aveva iniziato a colpire la convivente con calci alla schiena e ai fianchi, pugni sul collo e morsi in diversi punti del corpo. Da quanto accertato nel corso delle indagini, l’egiziano già nel 2017 aveva trascorso alcuni mesi in carcere per condotte analoghe sulla sua precedente fidanzata. Al momento dell’arresto di domenica, inoltre, l’uomo era sottoposto all’obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

Commenti
Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mar, 11/09/2018 - 12:56

Beate LEI che` se trovata in Lupo Mannaro...consiglio fatte` una colt con proiettile d,argento!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 11/09/2018 - 13:07

Hai voluto la bicicletta?? Mo pedala!

Gianni11

Mar, 11/09/2018 - 13:16

Cosi' romantici i "migranti", vero?. Come va' l'"accoglienza", gentili Signore e Signorine femministe?

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 11/09/2018 - 13:23

ma noooo è una semplice tradizione africana per dimostrare il proprio sentimento..amoroso!!

L'oggettivo

Mar, 11/09/2018 - 13:52

Mi piacerebbe conoscere una delle tante masochiste, che amano stare insieme a delinquenti, violenti, egoisti, ecc... e che poi, si prendono una o più volte una chiara conferma di come si comporta il loro "amore" Hanno problemi di Q.I.troppo basso? amano effettivamente il "brutto duro e cattivo" anche se lo fa contro di loro? O quale altro problema le affligge? Di certo nessuna si merita pesanti conseguenze, ma se io attraverso a piedi l'autostrada senza guardare, so cosa rischio e accetto quel può succedere

restinga84

Mar, 11/09/2018 - 14:08

Le donne occidentali devono sapere,(ma non sono al corrente),che un detto islamico dice:Quando rientri a casa tua,bastona tua moglie,perche`,tu non sai,ma lei si.Quindi,donne attenzione,perche`molti arabi/musulmani mettono in pratica questo detto.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/09/2018 - 14:23

E allora? E' la loro cultura, no? La prossima volta si sceglierà un europeo. Se è furba. Cosa di cui fortemente dubito...

Una-mattina-mi-...

Mar, 11/09/2018 - 14:44

DEVE ESSERE COLPA DI SALVINI, TEMO

routier

Mar, 11/09/2018 - 14:50

Chi si lascia abbindolare dal fascino (più o meno esotico) dei nero/magrebini, poi inevitabilmente ne paga il fio. Non è la prima, ne sarà l'ultima.

scorpione2

Mar, 11/09/2018 - 14:52

cioe' fatemi capire, il nostro eroe egiziano si presenta al locale dove lavora la donna malmenandola alla grande, la domanda sorge spontanea, se la ragazza lavorava in quel locale possibile che non ce' stato nessuno non dico per fermarlo ( eroi a parole vero? siii proprio voi lettori e scribacchini. )ma per chiamare le forze dell'ordine?

lawless

Mar, 11/09/2018 - 15:15

la "compagna" picchiata.. a dire il vero mi interessa poco. Le scelte sono individuali e fatte con la propria testa, se non hai testa non c'è poi da lamentarsi...

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 11/09/2018 - 15:23

Conosco per vie traverse una "mediatrice culturale" italiana che dopo aver sposato un egiziano ed aver in breve tempo ottenuto la separazione causa ubriachezza costante, percosse, violenze e segregazione, oltre al fatto che voleva costringerla a prostituirsi per soldi, ora, passati un paio d'anni, si è messa con un altro islamico. Li conosce infatti proprio a causa dell'attività di "mediatrice culturale". Pensate, non dico alla cultura, ma al buon senso di certa gente.

Giorgio5819

Mar, 11/09/2018 - 15:24

Se te le cerchi le trovi...vota pd.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/09/2018 - 15:38

anche a milano sono finiti i patani da accalappiare? o la patana è stata attirata dal "faraone olivastro" senza sapere che i faraoni avevano la barba(posticcia) lunga non altro!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 11/09/2018 - 15:42

Mariti e buoi dei paesi tuoi. Ma c'è ancora chi non ci vuol mettere giudizio.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/09/2018 - 15:43

restinga84, il proverbio è cinese!

ginobernard

Mar, 11/09/2018 - 16:03

eppure sono convinto che al loro paese fanno così ... quando li arrestano hanno una faccia stupita come a dire ... embè .. non lo fate anche voi italiani ?

E-M

Mar, 11/09/2018 - 16:31

giovinap a milano ci sono 70000 milanesi su 1300000,1230000 arrivano o arrivarono dal sud, dal veneto, friuli ed ora da tutto il mondo

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 11/09/2018 - 16:52

Bravo Scorpione. Tu leggi e scribacchi, e poi accusi gli altri di essere lettori e scribacchini.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 11/09/2018 - 16:54

Obbligo di firma? Non spedito a pedate nel didietro a casa sua?

Yossi0

Mar, 11/09/2018 - 16:57

Chi è causa del suo male pianga se stesso. Chissà com’era fiera della relazione originale !!!!!

Houseini

Mar, 11/09/2018 - 17:04

Il 98% dei casi di violenza domestica in Italia sono commessi da Italiani. Non è un problema di "razza", anche se così scrivono molti leoni da tastiera. Purtroppo quando non si hanno argomenti si colpiscono i più deboli, vale per le violenze domestiche , vale per i razzisti che colpiscono le minoranze. Che Dio vi benedica.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/09/2018 - 17:05

e-m, stai certificando quello che ho sempre detto! la storia e le statistiche non si possono nascondere come vorrebbero fare i patani.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 11/09/2018 - 17:38

L'ha voluto?????? Allora anda,anda.

cabass

Mar, 11/09/2018 - 17:43

@giovinap @e-m: da quanto riportate, deduco che, non essendoci quasi più Lumbard a Milano, la tipa ha scartato direttamente i numerosissimi maschi "mediterronei" presenti in città, saltando direttamente al neoarrivato nordafricano... ;-P

DRAGONI

Mar, 11/09/2018 - 17:57

HA DATO UNA EVIDENTE TESTIMONIANZA CHE INTENDE INTEGRARE LA FIDANZATA !!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 11/09/2018 - 18:37

ma spedirle in quei paesi insieme ai loro soci mi sembra la cosa meno sbagliata. Ma lui deve stare in colonia a lavorare per mantenerla.

Popi46

Mar, 11/09/2018 - 19:14

Leggo che non sono sola a pensare che costei avrebbe dovuto essere un tantino più prudente, d’altra parte si sa che certo mondo maschile è sempre più spesso popolato da quadrupedi

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 11/09/2018 - 19:15

La terapia "Regeni" lascia molte cicatrici sulla psiche dei niloti.

macommmestiamo

Mer, 12/09/2018 - 17:19

cara figliola se ti metti in casa un cane devi stare attenza che non ti morda