«Piccole crepe» in un condominio un po' folle

Una crepa che apre tare e paure. Una donna che la osserva e un uomo, Antoine, che dopo aver smesso di fare il musicista tenta di riciclarsi come custode di un vecchio palazzo di Parigi. L'ex artista si lascia conquistare dalla simpatica mestizia di questa donna tuttofare, in pensione ancorché giovane, che divide il suo tempo fra attività associative e, appunto, la vita di condominio. Molto diversa da quel che si pensi. Poco collettiva e molto individuale. Antoine (Gustave Kervern) e Mathilde (Catherine Deneuve) formano una coppia maldestra, divertente e solidale, sempre in bilico tra poche certezze e molti dubbi.

In pratica, quello che seduce Pierre Salvadori regista di questo Piccole crepe, grossi guai al quale ben poco piace tutto ciò che ha il sapore di verità scolpite nel marmo e resta invece molto più affascinato da tentazioni e perplessità. Il titolo è esplicito su quanto la vicenda intende dimostrare, cioè come una piccola smagliatura della quotidianità possa essere una spia di malesseri e problemi, risolvibili solo con l'aiuto e il sostegno del prossimo. Non necessariamente chi si ama. Spesso anche una casuale comparsa tra vite scontate. Il mondo di Salvadori è spesso cupo, ma mai è senza speranza, anche se le cose più semplici spesso si complicano sorprendentemente.

Il film, in sala dal 16 ottobre, viene proiettato in anteprima domani sera alle 21 in Sala Bio, la rassegna di primizie cinematografiche settimanali giunta al suo quarto applaudito appuntamento in programma al cinema Colosseo. Anche questa settimana è previsto uno sconto per i lettori che vorranno partecipare. Il biglietto sarà ridotto a 6 euro e, per ottenerlo, sarà sufficiente collegarsi al sito internet indicato nel talloncino a fianco, compilare il form e inserire il codice indicato.

Ognuno può prenotarsi a titolo individuale, i posti riservati non sono illimitati e il suggerimento è di affrettarsi per non perdere un'occasione unica. Come si sa, non ci sono repliche. Martedì prossimo ci sarà un titolo nuovo.