Pisapia e Maroni disertano piazza Fontana

Gli autonomi attaccano la Regione: 11 agenti feriti. Ma poi le istituzioni beffano i professionisti della contestazione

Non c'erano né il sindaco né il governatore lombardo ed era assente anche il presidente della Provincia Guido Podestà. Al loro posto il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, il sottosegretario regionale Giulio Gallera, l'assessore provinciale Franco De Angelis, con il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo, il procuratore capo Edmondo Bruti Liberati, il prefetto Francesco Paolo Tronca e i sindacati.

La piazza che da sempre è teatro di fischi e contestazioni alle istituzioni, di qualunque colore siano, forse quest'anno faceva ancora più paura. Così Giuliano Pisapia e Roberto Maroni hanno preso la storica decisione di non partecipare alle commemorazioni. D'altra parte, due anni fa i collettivi avevano colorato di rosso la fontana della piazza e fischiato Pisapia, lo scorso anno le proteste avevano assunto un tono decisamente più violento.