«Pisapia pensa a denunciare noi, poi però lascia fare ai violenti» L'accusa di De Corato

L'happening di ieri pomeriggio in Garibaldi ha riacceso la polemica dell'opposizione che rinnova gli attacchi alla Giunta per aver chiamato i vigili a «sedare» le loro proteste in consiglio, mentre dimostra la massima tolleranza con i centri sociali. «Il preannunciato assalto al cavalcavia Bussa mette a nudo il comportamento farisaico della giunta Pisapia e del vice-sindaco De Cesaris» attacca Riccardo De Corato che ricorda anche come gli stessi antagonisti siano stati fatti entrare a Palazzo Marino e ricevuti dall'amministrazione, mentre appena poche ore prima il presidente del consiglio Basilio Rizzo faceva identificare i rappresentanti della minoranza per far scattare denunce per interruzioni di pubblico servizio.
«L'assalto al cavalcavia Bussa a colpi di bombolette spray mette a nudo il comportamento della in tema di lotta agli imbrattatori e al graffitismo. Non più tardi di una settimana fa, proprio la vice sindaco De Cesaris aveva fatto aprire ai centri sociali e in particolare a quelli del Cantiere, le porte di Palazzo Marino dove il vicesindaco ha dialogato con questi signori, gli stessi che oggi (ieri per chi legge, ndr) imbrattateranno il cavalcavia. Tutto ciò accadeva un'ora circa dopo che il presidente del Consiglio Comunale Basilio Rizzo aveva fatto entrare i vigili in divisa per far identificare i Consiglieri di opposizione e poi denunciarli perché protestavano contro i metodi arroganti con i quali era stata condotta la discussione sui parcheggi».