La polemica La Destra: «Le istituzioni ricordino anche i caduti di Salò»

È polemica all’indomani della partecipazione dei due rappresentanti del Comune della Provincia alla cerimonia organizzata al Cimitero Maggiore dalle associazioni partigiane. In particolare sono i militanti de La Destra di Milano ad attaccare, parlando di morti di serie A e di serie B: «Come rappresentanti dei cittadini milanesi si sarebbero dovuti onorare tutti i caduti durante la Seconda guerra mondiale. Una breve visita al campo 10 ove sono seppelliti i ragazzi della Repubblica Sociale, poteva rappresentare una svolta epocale. Peccato dover ravvisare ancora l’ottusa visione del mondo che distingue caduti di serie A e caduti di serie B.
I giovani della Destra criticano anche l'intervento di Monsignor Bottoni: «La chiesa deve ribadire la sacralità della vita, non riconoscere ai caduti della Repubblica Sociale gli onori funebri non genera che divisione. La Patria è un concetto che supera ogni ideologia, i ragazzi che riposano al Campo 10 si sono battuti per l'Italia». L’intervento polemico si chiude con un auspicio: «La speranza - chiosa Eliana Farina - è che il prossimo anno, gli esponenti della giunta Moratti e le autorità ecclesiastiche rendano onore anche ai caduti del campo 10».