Il ponte apre ai pedoni, ora il villaggio si può raggiungere a piedi

Risolto il paradosso degli hotel a un passo da Expo. I loro clienti possono finalmente raggiungere l'ingresso dell'Esposizione a piedi, in cinque minuti. E non devono più pagare 20 euro di taxi per by passare divieti e zone a traffico limitato. Ieri lo staff del commissario unico Giuseppe Sala ha deciso di smontare il cartello che vieta l'accesso al ponte ai pedoni e ora la viabilità è più semplice e scorrevole. Soddisfatti i direttori degli alberghi stellati (Klima, Hub, Barcelò) che nei giorni scorsi si sono dovuti divincolare da momenti piuttosto imbarazzanti con i clienti. «Avevo perfino cancellato dal nostro sito la frase con cui ci pubblicizziamo come l'albergo più vicino a Expo» aveva denunciato l'amministratore del Klima hotel, Massimo Macchi. Ora potrà rimettere on line lo slogan. Non solo, i clienti degli hotel potranno arrivare a Expo anche con le bici e saranno realmente in pole position rispetto agli altri. Fino a qualche giorno fa invece erano costretti a giri arzigogolati anche con le navette private degli hotel. Dovevano chiamare il taxi o rivolgersi ai mezzi pubblici, arrivando fino a Milano città per prendere la metro rossa o il Passante. E tornare indietro.