IL PRECEDENTELa stessa filiale presa di mira solo un anno fa

Un anno fa stesso copione e stesso epilogo: tre rapinatori siciliani avevano tentato di entrare nella filiale Banca Intesa di Buscate dopo aver bucato una parete. Ma avevano fatto troppo rumore ed erano arrivati i carabinieri che li avevano arrestati. La notte del 10 febbraio alcuni cittadini avevano infatti chiamato il 112, insospettiti dai rumori proveniente da villa De Rosales. I carabinieri giunti sul posto erano poi entrati nel palazzo avevano sorpreso i banditi che avevano appena effettuato un buco di 60 centimetri nel muro confinante con la banca. I tre, originari di Catania, di 34, 44 e 49 anni, pluripregiudicati, erano stati bloccati, nonostante un tentativo di fuga. In un borsone erano poi stati trovati attrezzi da scasso, ricetrasmittenti, coltelli e taglierini con cui minacciare i dipendenti nastro adesivo e corde con cui legarli.