Il prefetto ordina: «Più controlli in zona movida e vicino ai negozi»


Tronca nel corso del suo insediamento lunedì 19 aveva voluto anticipare le linee guida che avrebbero segnato il suo mandato. Temi principale del suo intervento Expò 2015, grandi opere e possibili infiltrazioni delle organizzazioni criminali, flussi migratori e la volontà di aprire un dialogo con le associazioni musulmane. Un programma dal quale, come aveva sottolineato qualche esponente del centro destra come Riccardo De Corato, sembrava mancasse il controllo del territorio e il contrasto alla criminalità di strada.
Quasi a risponde alle critiche, ieri il prefetto ha annunciato di aver chiesto nel corso dell'incontro settimanale con questura, carabinieri e guardia di Finanza: «L'intensificazione dei servizi di controllo del territorio, sia nel centro sia nelle aree periferiche del capoluogo con particolare attenzione alle zone ad alta intensità di esercizi pubblici e di ritrovo notturno, oltre al potenziamento del dispositivo generale di sicurezza pubblica. Ulteriori misure di prevenzione e contrasto alla microcriminalità e all'illegalità diffusa verranno valutate in un'apposita seduta del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che il prefetto convocherà nella prima settimana di settembre».
ES

Commenti

mrwatson52

Sab, 24/08/2013 - 16:27

Bene!!!!! E' finita l'era del re travicello, quello che faceva parcheggiare le escort nel cortile della Prefettura.