Presi in 24 ore un cinese, un peruviano e un senegale

Piccolo record l'altro giorno in città con tre mariti, tutti stranieri, arrestati per stalking e maltrattamenti in famiglia. L'episodio più grave in via Spadini dove una cinese di 43 anni è stata prima picchiata, poi colpita con una bottiglia e infine minacciata con una mannaia dal marito, connazionale di 50 anni. L'uomo, ex falegname, dopo aver perso il lavoro aveva iniziato a bere diventando violento. L'altro giorno ennessima aggresione davanti ai figli, un maschio di 19 anni e una ragazza di 16 che hanno tentato inutilmente di fermarlo. Fino a quando la giovane ha chiamato i carabinieri, spedendo il padre in carcere. Botte e bottigliate anche in via Cilea a casa di due salvadoregni, lui 32 anni, lei 30. Al momento dell'intervento della polizia, l'uomo stava ancora colpendo la moglie con una bottiglia di birra, incurante della presenza del figlio di due anni. Ed è stato bloccato dagli agenti. In via Costantino Baroni la polizia ha invece fermato un senegalese di 40 anni che stava litigando furiosamente con l'ex compagna argentina, 37 anni, da cui aveva avuto due figli di 2 e 3 anni. La donna ha esibito numerose denunce per i tanti agguati subiti, insulti, minacce, pressanti richieste di rapporti sessuali, e per l'africano sono scattate le manette.

Commenti

Malacappa

Mer, 11/11/2015 - 20:07

Oh ma ne abbiamo di tutti i colori,che palle con sti tizi.