Primi rientri ma è tutto chiuso «Serrata» anche a Chinatown

Siamo nel giorno dei forti rientri ma anche delle nuove partenze. Ieri l'Anas ha bollato tutte le principali strade del Paese con il simbolo rosso, viste le possenti code che evidentemente non sono state per nulla tagliate dalla paura della crisi.
La maggior parte dei milanesi torna in città ma tanti sono sul piede di partenza, anche sui treni tutti prenotati in questa seconda metà d'agosto, che porta i prezzi più bassi. Milano riapre i battenti, si spera, visto il deserto calato in questi giorni sulla metropoli che era una litania di «Chiuso per ferie» così contagiosa da colpire persino via Paolo Sarpi. Sulla «Montenapoleone» di Chinatown qualche saracinesca serrata riportava in italiano e in cinese la scritta dell'esodo di massa, che ha «impestato» anche tra gli stacanovisti dagli occhi a mandorla.
Oggi le previsioni segnano temporali sul Nord e sulla Lombardia, ma l'estate non è finita. Il centro milanese, dove l'unica porta sempre aperta rimane quella del Duomo, si rianimerà, dopo che si è mostrato in tutta la sua nudità: dalle strade senza una macchina ai parcheggi vuoti, unico lato positivo.

Commenti

epesce098

Lun, 19/08/2013 - 09:19

Ma dobbiamo credere alla veridicità di questo articolo o a quella che ci avete propinato da 20 giorni in cui ci dicevate che a Milano c'erano tantissimi negozi aperti compresi quelli dei cinesi? Un po' di coerenza per favore!!!