Primo obiettivo Abn Onlus: creare una rete nazionale

Il successo del «Centro Sergio Bonelli» inaugurato nel 2017 per combattere le malformazioni congenite

Michela Traina

L'Associazione per il Bambino Nefropatico Abn Onlus nasce nel 1978 grazie a un ristretto gruppo di personalità della società civile e del mondo sanitario milanese per ovviare alla mancanza di un servizio di Nefrologia e Dialisi Pediatrica nella Milano moderna. Grazie al sostegno di tanti amici, soci e aziende, in questi primi 40 anni di attività, ABN Onlus ha realizzato importanti e ambiziosi progetti per assicurare a tutti i bambini con problemi di patologie renali una migliore assistenza con sistemi sempre più sofisticati e all'avanguardia.

In particolare, nel 2017 è stato inaugurato, presso l'Uoc di Nefrologia, Dialisi e Trapianto Pediatrico della Fondazione Policlinico di Milano, il «Centro Sergio Bonelli per le malformazioni congenite del rene e delle vie urinarie: prevenzione e cura del danno renale dal feto al bambino».

«Un centro unico in Italia per combattere le malformazioni renali dei bambini già a partire dall'utero - dichiara Giuseppe Cavagna di Gualdana, presidente di ABN Onlus - La realizzazione di un centro all'avanguardia per la prevenzione e la cura delle nefropatie pediatriche è il primo fondamentale passo di un cammino che vogliamo continuare per raggiungere gli obiettivi dell'Associazione che, attraverso la ricerca e la cura, si propongono di garantire un futuro migliore a tanti bambini».

Il progetto è stato creato grazie a una donazione di 500mila euro che la famiglia di Sergio Bonelli ha affidato all'Associazione per il Bambino Nefropatico, da tempo sostenitrice del Policlinico di Milano con le sue iniziative.

Guidato da un gruppo di medici della Fondazione Irccs Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, ovvero il professor Giovanni Montini con i dottori Gianantonio Manzoni e Nicola Persico, il Centro svilupperà e potenzierà programmi di ricerca per comprendere il danno renale secondario a malformazioni congenite del rene e delle vie urinarie e per consolidare le strategie più adeguate alla prevenzione e alla riduzione del danno stesso.

Poiché il danno renale congenito, sviluppandosi già al momento della formazione degli organi durante i primi mesi di vita del feto, rappresenta, in età pediatrica, la causa più frequente di dialisi e trapianto di rene, ABN Onlus lavora con l'obiettivo di creare una rete nazionale che ponga il Centro Sergio Bonelli come punto di riferimento a livello italiano per l'assistenza completa ai bambini con danno renale congenito per tutto il percorso di cura; quindi, dalla diagnosi nel periodo prenatale, fino al trapianto di rene, ma anche alle famiglie dei piccoli pazienti, attraverso un servizio di supporto psicologico e sociale.

Perché anche per la nefropatia pediatrica, si promuove un approccio multidisciplinare che, oltre alla Genetica Medica, alla Terapia Intensiva neonatale, alla Radiologia e alla Pediatria, lascia ampio spazio all'assistenza psicologica.

Tanto è stato fatto e tanto si vuole ancora fare. ABN Onlus, tuttavia, ha bisogno dell'aiuto di tutti perché anche un piccolo gesto di solidarietà può fare la differenza.

Per donare il 5x1000 all'Associazione per il Bambino Nefropatico, basta indicare nello spazio apposito della dichiarazione dei redditi, il codice fiscale 80136970151. Offriamo così ai bambini più tempo per giocare e per vivere. Per maggior informazioni, si può consultare il sito: www.abn.it