Progettare ma con gusto, il design al tempo degli chef

Esibizioni dei cuochi celebri per la settimana del Fuorisalone. Cene stellate e aperitivi d’autore offerti dagli hotel di lusso. Superstudiopiù, la cucina made in Italy vista da Oldani, Bottura, Taglienti e Scabin

Quest’anno più che mai Fuo­risalone fa rima com «food». Il buon nutrimento, tema cardi­ne di Expo a cui sono dedicate mostre e dibattiti della Settima­na, vedrà infatti i grandi chef del momento rubare la scena ai designer, in un tourbillon di performance e piatti d’autore. Diversi i palcoscenici in città, a cominciare da Superstudio­più, epicentro della celebre «Zo­na Tortona», che per cinque giorni metterà in fila sette tra i più blasonati cuochi italiani. Si intitola Live From Milan la ker­messe allestita da San Pellegri­no in una mega installazione che ospiterà showcooking e di­gressioni dal vivo sull’alimento che meglio rappresenta il ma­de in Italy nell’immaginario col­lettivo: lo spaghetto. Ad aprire lo spettacolo sarà Massimo Bot­tura, sul palco mercoledì alle 12, e lo stesso giorno, alle 19, sa­rà la volta di Davide Scabin. La kermesse proseguirà con la per­fomance di Luigi Taglienti (10 aprile), Alessandro Negrini e Fabio Pisani (11 aprile) ed Enri­co Cerea (12 aprile). Chiude il programma Davide Oldani, che preparerà il suo spaghetto il 13 aprile, all'ora di pranzo.

Non da meno sarà il festival A cena con le Stelle che nella splendida cornice del Four Sea­so­ns vedrà esibirsi ai fornelli set­te stellati della guida dei «Jeu­nes Restaurateurs d’Europe». Deus ex machina, l’executive chef Sergio Mei che metterà a di­sposizione le proprie cucine a una parterre di eccezione. Il pri­mo appuntamento sarà questa sera alle 20 con lo speciale menù preparato dalla chef Au­rora Mazzucchelli. Si prosegue domani con le ricette di Marcel­lo Tren­tini del ristorante Mago­rabin di Torino. Mercoledì sarà poi la volta di Luca Collami del ristorante Baldin di Sestri Po­nente. A seguire Riccardo di Giacinto del Ristorante All'Oro di Roma, Giuseppe Iannotti del Krèsios di Telese Terme; a con­cludere, sabato si esibirà Luigi Pomata celebre cuoco del­l’omonimo ristorante cagliari­tanoliari e, domenica, Marco e Vittorio Colleoni del «San Mar­tino » di Treviglio.

Così come era avvenuto in oc­casione dell’ultima Fashion Week, anche per la Settimana del Design gli hotel milanesi scendono in campo per allesti­re aperitivi d’autore degni di un pubblico internazionale. Good Food in Good Design è il titolo dell’iniziativa che coinvolge,ol­tre il Four Seasons, l’Hotel Bo­scolo Milano, Bulgari Hotel Mi­lano, Hotel Château Monfort, Palazzo Parigi Milano Hotel & Grand Spa, The Westin Palace Milan, Hotel Magna Pars Suites Milano e Hotel Principe di Savo­ia. Gli alberghi, per tutta la setti­mana, offriranno appetizers di eccezione, mentre in città si po­tranno degustare panini gour­mand itineranti sfornati da una Street food mobile che inaugu­rerà mercoledì in piazza Affari sotgto il«Dito»di Cattelan.Infi­ne nell’ex Falegnameria Caval­leroni di via Palermo, Mo Even­ti­e Oondesign celebrano il Fuo­risalone con un temporary re­staurant d’eccezione che vedrà lo chef Enrico Delflingher pre­parare ogni giorno creazioni per il pubblico dei food lovers.