In provincia è record di imprese straniere

Continuano ad aumentare gli imprenditori extracomunitari. La prova? Il 20 per cento dei finanziamenti concessi a Milano e provincia da Apa-Confartigianato, attraverso il Consorzio fidi Sinvest, è destinato a loro, per lo più egiziani e marocchini. I settori di maggior interesse sono edilizia e ristorazione (pizzerie, kebab e locali etnici).
Il dato emerge dal consuntivo effettuato dall’associazione alla vigilia di Ferragosto. Guardando invece al quadro più generale dei contributi stanziati da gennaio a oggi risulta che sono in totale mille e 500 le pratiche evase (il 21 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2007) per un totale complessivo di 105 milioni di euro (il 10 per cento in più in confronto allo scorso anno). «Un risultato rilevante - commenta Guido Cesati, segretario generale di Apa-Confartigianato - che testimonia come nel nostro territorio le piccole imprese continuano ad investire per potenziare e migliorare la produzione». A Milano e provincia le piccole imprese sono circa 93mila e 500 (27mila in città) e possono contare 250mila addetti. Un comparto che vede protagonisti giovani e donne. Il 25 per cento di queste aziende infatti, è gestito da rappresentanti femminili e 30 imprenditori ogni 100 hanno meno di 35 anni. «In via Menabrea abbiamo allestito uno sportello per rispondere alle esigenze degli extracomunitari - aggiunge Guido Cesati -. Sono sempre di più gli imprenditori stranieri impegnati in settori economicamente rilevanti come ad esempio quello delle costruzioni, dei trasporti o dei servizi di pulizia».
Anche secondo il rapporto nazionale «Immigrati e impresa» dell’Ufficio studi Confartigianato gli immigrati che decidono di mettersi in proprio sono sempre più numerosi. La quota di titolari di imprese extracomunitari sul totale delle persone che in Italia svolgono attività economiche è del 6,5 per cento. Sono 543.311 gli imprenditori stranieri (388.610 extracomunitari) che risiedono in Italia. «Da questo studio - continua Guido Cesati - risulta che la regione con il numero più alto di imprenditori extracomunitari è la Lombardia. Un primato che, a livello provinciale e cittadino, spetta a Milano». Sotto la Madonnina infatti, se ne contano 42mila e 477 (pari al 10,9 per cento del totale).