Il Public Design Festival si trasferisce in Cuccagna

La settecentesca cascina all'angolo con via Muratori riconquistata dalla cittadinanza ospita il quartier generale della kermesse firmata Esterni. Nel circuito Porta Romana Design, arriva un Posto a Milano, luogo d'incontro dedicato alla cultura del cibo, alla salvaguardia del patrimonio agricolo e dei suoi valori.

Uno spazio pubblico al quadrato. Il Public Design Festival, il festival del Fuori salone firmato esterni si trasferisce alla cascina Cuccagna. Forse non tutti sanno che in via Cuccagna 2 (angolo con via Muratori) a due passi da porta Romana, si trova uno spicchio di campagna, che i cittadini stanno provando a riconquistare. La cascina agricola del '700 recuperata all'uso pubblico da un consorzio di 10 associazioni milanesi accoglierà durante la settimana del Mobile la filosofia del Public design festival: trasformare uno spazio chiuso in un punto di incontro e di scambio.
Qui ogni giorno i volontari si danno da fare per arricchire il giardino e l'orto di essenze e piante sempre nuove, tenere corsi didattici, tutti i martedì e i sabati pomeriggio organizzare il Mercato, i cui prodotti saranno in vendita da maggio nella bottega, riparare le biciclette, aggiornare le mappe dei percorsi ciclabili e l'elenco dei produttori agricoli, organizzare corsi e incontri.
Tra il pergolato, le spesse mura della cascina e l'orto ha trovato sede un «Posto a Milano»: un luogo d'incontro dedicato alla cultura del cibo, alla salvaguardia del patrimonio agricolo, dei suoi prodotti e dei suoi valori. Un bar e una cucina, ma anche un luogo dove fare una partita a carte sorseggiando un the o sgranocchiando una torta a filieria corta.
Ogni anno dal 2009 ad aprile, in concomitanza con il Salone del Mobile, il collettivo esterni presenta installazioni, progetti, performance, eventi con designer, architetti e progettisti da tutto il mondo. La sfida dell'edizione targata 2012 è quella di intervenire in luoghi privati per trasformarli in luoghi di tutti. Ecco che un Posto a Milano accoglierà la progettualità di Public Design Festival: trasformare un esercizio commerciale in esercizio pubblico e presentare un modello innovativo, applicabile e replicabile ovunque, che consideri cibo, nutrizione, campagna e natura come occasioni di conoscenza, di socialità e di cultura.
Oltre alla possibilità di fare uno spuntino sotto il sole, conoscere la filosofia del festival, incontrare i volontari della cascina o i designer che hanno ripensato gli spazi della Cuccagna fino al 22 aprile troverete numerosi eventi collettivi. Si comincia alle 18,30 con il «Walk show - Exploring Public Space» a cura di Urban Experience, Una passeggiata radioguidata per scoprire come un luogo si trasforma in uno spazio pubblico. Protagonisti gli spettatori-cittadini che si mettono in gioco attraversando lo spazio urbano. Insieme alle voci itineranti si ascoltano in cuffia paesaggi sonori e attraverso l'uso degli smartphone si leggono i mobtag disseminati lungo il percorso.
Dalle 19 alle 22 tutti ai fornelli appassionatamente: «Cook for good - collective cooking performance». Armati di Pomodoro e alici, mandorle, pinoli, formaggi caprini, legumi, finocchi, sedano, aglio, cipolla, frutti rossi, grattugge, spremiagrumi, coltelli, mortai si potrà creare la propria interpretazione di pomodoro ripieno. Al grido di «alimentazione sana è prevenzione».
Da Giovedì a Sabato alle ore 20 va in scena «A cena in tre atti: sentire, avvicinare, unire». Un evento sviluppato in 3 giorni (giovedì, venerdì e sabato). I partecipanti (solo 12 per ogni sera, obbligatoria la prenotazione) vivranno l'esperienza quotidiana del mangiare in modo completamente nuovo. Lo stesso cibo verrà presentato in 3 differenti modalità rivelando diversi modi di vivere l'esperienza del pasto ovvero «Il cibo al buio», «Il cibo e l'estraneo», «Il cibo e la collaborazione». Il programma completo degli eventi e i menù di bar e ristorante sono consultabili sul sito www.publicdesignfestival.org e www.unpostoamilano.it