Prima puntata: «Come si segue una lezione». Pronti altri tre video

I giovani corrono su internet per ottenere risposte e ora ne possono trovare una in più. Come si studia all’università? Alla Bicocca hanno pensato di fornire la soluzione al quesito con un mini ciclo di 4 lezioni su Youtube.com. Lunedì è stato il turno della prima puntata: «Come si segue una lezione universitaria», mentre gli altri saranno caricati nelle prossime tre settimane. La breve guida è pensata per facilitare l’accesso al mondo universitario, anche a chi ha già iniziato a frequentarlo. Un passo spesso difficoltoso per gli studenti.
Per arrivarci, negli uffici dell’ateneo milanese hanno unito diverse esperienze, sia italiane che straniere. La prima è proprio quella del professore protagonista dei video: Raffaele Mantegazza, in qualità di assessore alla Cultura del Comune di Arcore, lo scorso aprile ha regalato ai ragazzi di terza media un vademecum intitolato «Lo studio in tasca». Una guida, scritta dallo stesso assessore, su come affrontare i libri alle scuole superiori di secondo grado. Un’idea piaciuta anche alla Bicocca, dove il docente insegna Pedagogia come professore associato: l’ufficio stampa dell’università ha pensato di creare un prontuario anche per il passaggio successivo, ma di utilizzare per questo internet e nello specifico Youtube.com. Un sistema, compresa l’idea del professore in scena con una lavagna, ripresa dal servizio White Board della Casa Bianca: sul sito della residenza del presidente Usa sono infatti reperibili una serie di video in cui diversi responsabili governativi espongono e spiegano alcune delle scelte o dei temi di cui si occupa l’Amministrazione americana. L’ultimo, ad esempio, si occupa della Buffet rule, il nuovo sistema di tassazione nei piani di Obama. Così unendo le due iniziative, ne è nata un’altra tutta «made in Italy», anzi made in Bicocca: grazie alla disponibilità del docente e ai materiali del Centro di produzione multimediale dell’ateneo sono stati preparati i nuovi video. E per adesso la guida allo studio sembra aver trovato un buon riscontro di pubblico visto che la prima puntata è stata visualizzata mille volte in appena due giorni di presenza sul web. «Non abbiamo un obbiettivo specifico in termini di contatti – spiegano i responsabili dell’Ufficio stampa dell’università – ma speriamo che si riesca a raggiungere alcune migliaia di visualizzazioni per ogni video caricato». Il primo ha già compiuto un primo passo deciso verso la meta prefissata, ora si aspettano gli altri. I prossimi tre lunedì sono in arrivo le altre lezioni, ma intanto per chi vuole vedere la prima può collegarsi al canale Youtube dell’ateneo milanese.