Qualità eccellente grazie alle donazioni

Delzotto: «Tra i primi nelle terapie del dolore Abbiamo una lista d'attesa di 170 pazienti»

La Fondazione Castellini Onlus iniziò la sua opera a favore degli anziani bisognosi nel lontano 1894, con il nome di «Pia Casa della Provvidenza pei Poveri Vecchi». Fu un'intuizione di alcuni religiosi e benefattori, tra cui l'ingegner Clateo Castellini. Oggi è una struttura moderna e organizzata per offrire assistenza medica, infermieristica, riabilitativa e socio-assistenziale, anche a domicilio. Inoltre dispone di un hospice. Il personale, particolarmente qualificato, è in grado di praticare le cure migliori anche a chi vive uno stato avanzato della patologia e che necessiti di terapie del dolore. Lo conferma il direttore generale, Roberto Delzotto: «Siamo stimolati a sviluppare progetti innovativi e qualificati, sia per la generalità dei ricoverati sia per i malati terminali. Tra i primi del settore, abbiamo attivato iniziative sulla terapia del dolore rivolte a tutti. Da diversi anni la Fondazione ha attivato anche 12 posti letto per pazienti in stato vegetativo. Inoltre, per le famiglie dei malati di Alzheimer, sempre più numerose, ospitiamo pazienti affetti da questo morbo, affiancati da un'équipe multidisciplinare. Dal 2008 è operativo un polo psichiatrico con comunità a varia intensità assistenziale. Nonostante i tagli imposti dalla Regione, la nostra Onlus mantiene un elevato livello di qualità dei servizi erogati anche grazie alle donazioni dei privati. Abbiamo una lista d'attesa di oltre 170 persone, indice evidente dell'apprezzato rapporto costo-qualità dei servizi». Con la dichiarazione dei redditi, si può contribuire - codice fiscale: 84507490153 - a dare più forza all'impegno della Onlus Castellini donando il 5 x 1000. E ci sono mille buoni motivi.

Per info: 02/98220163 www.fondazionecastellini.it.