Quando cinema e poesia parlano arabo

Alla Cattolica una due giorni sulla lingua dei musulmani

Musica, cinema, poesia in salsa araba non sono soltanto strumenti di conoscenza del mondo islamico. In largo Gemelli torna il Festival della lingua arabavenerdì e sabato con un convegno, un concerto, uno spettacolo teatrale e l'anteprima italiana del film Hassan e Marcus con Omar Sharif.Sarà insomma un'occasione e uno spazio di incontro tra musulmani dei paesi arabi e residenti in Europa ed europei. Al centro della riflessione due temi: la creatività della donna araba negli ambiti artistico, teatrale, letterario, musicale e scientifico e la riforma religiosa nella modernità.Al convegno parteciperanno relatori provenienti da 11 nazioni. Il Festival intende offrire la conoscenza del patrimonio culturale e artistico del mondo arabo: cultura, filosofia, religione, narrativa, poesia, musica, teatro, danza, cinema, arte calligrafica. Una particolare attenzione sarà dedicata all'insegnamento dell'arabo a studenti non arabofoni e quindi neofiti, quale strumento di incontro e di creazione di opportunità sociali, civili ed economiche. In Università Cattolica è in crescita il numero degli studenti interessati alla conoscenza della lingua araba e della cultura dei paesi arabi con un costante incremento degli iscritti - ad oggi più di 600 - sia ai corsi curricolari sia extracurricolari. Venerdì l'apertura con la prolusione del prof. Taeb Baccouche (già Ministro degli Esteri tunisino) sul rapporto fra lingua araba e diritti umani a cui seguirà l'inaugurazione della mostra di arte calligrafica arabo-islamica «Holy Words for Peace» dell'artista Shamira Minozzi.Nel pomeriggio i lavori continueranno con una sessione di interventi sull'arabo come lingua dell'arte narrativa, della poesia e del teatro e sarà seguita da letture di poesia araba da parte di poeti arabofoni contemporanei. In serata, lo spettacolo teatrale Resurrection della regista, attrice e scrittrice egiziana Nora Amin.Il convegno continua sabato con approfondimenti sui temi del giorno precedente in collegamento con l'aspetto religioso. In serata la proiezione del film Hassan e Marcus sottotitolato in italiano, in memoria dell'attore Omar Sharif e alla sera un concerto di musica araba classica con l'orchestra dell'Opera House del Cairo. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti.