Quarto Oggiaro, un trasporto dedicato agli anziani

Volontari in aiuto degli over 80. E il Comune premia i progetti migliori

Migliorare la mobilità dei soggetti svantaggiati residenti nella zona di Quarto Oggiaro ampliando il servizio di trasporto già a disposizione e rendendolo economicamente sostenibile. E' questo l'obiettivo della call for Solutions, Innovazione Sociale e Smart City aperta dall'Assessorato allo Sviluppo economico, Politiche per il lavoro, Università e Ricerca in collaborazione con la Fondazione Giacomo Brodolini e Impact Hub Milano e rivolta a persone fisiche, imprenditori sociali, ong, cooperative e aziende.«Stiamo cercando idee innovative spiega l'assessore allo Sviluppo economico e Politiche per il lavoro Cristina Tajani per consentire al servizio di accompagnamento per anziani e disabili operato dalle Acli di Quarto Oggiaro di sostenersi economicamente. Attualmente il servizio può contare sull'aiuto di 15 volontari che, oltre ad accompagnare le persone presso strutture sanitarie o di altro tipo, rivestono una forte funzione sociale, contribuendo a evitarne l'isolamento. Purtroppo il servizio non riesce a soddisfare l'intera domanda ed è intenzione di questa Amministrazione estendere il servizio, prima nella zona interessata e successivamente al resto della città. Per questo abbiamo destinato sessantamila euro di premio finale per il miglior progetto di mobilità sostenibile che verrà presentato». Nella zona di Quarto Oggiaro vivono attualmente circa 32mila cittadini. La popolazione over 65 costituisce il 23% dei residenti nel quartiere e circa un migliaio sono gli over 80 che vivono da soli e che sono a forte rischio vulnerabilità economico-sociale. Il servizio erogato dalle Acli di Quarto Oggiaro, grazie al Progetto Welfare di Tutti, che ha supportato la nascita della Piattaforma Territoriale di Zona 8, è caratterizzato da una fidelizzazione molto significativa: il 95% delle persone che hanno usufruito del trasporto lo richiedono di nuovo e sono disposti a cambiare il giorno della prestazione sanitaria prenotata se non vi è la possibilità di essere accompagnati. La «call» si svolgerà in due fasi: i tre progetti migliori potranno beneficiare di un percorso di accelerazione d'impresa presso FabriQ, l'incubatore del Comune di Milano