In quattro mesi 17 rapine: sgominata l'intera bandaIL BILANCIO Assalti a banche, poste e gioiellerie: il bottino arriva a 190mila euro

Con gli ultimi due arresti effettuati dai carabinieri di Monza, si è stretto il cerchio su una banda di Quarto Oggiaro che in quattro mesi aveva commesso 17 rapine, mettendo insieme quasi 200mila euro. Il colpo effettuato a Solaro il 22 novembre 2011 era però stato fatale alla gang: in una delle auto usate per l'assalto, gli investigatori hanno trovato le impronte di Alessandro Di Matteo, 23 anni, e da lui sono risaliti al resto della gang, bloccando uno dopo l'altro i diversi componenti.
Seguendo Di Matteo, abitante a Lainate, hanno infatti scoperto che la gang si riuniva al bar «Girasole» di Quarto, dove abitavano Maurizio Mandurino, 39 anni, Paolo Piperi, 35, Tommaso Mannarino, 49, Giuseppe Pataffio, 24, Francesco Paolo Cottone, 40, ed Egidio Di Lonardo,47. Completavano il gruppo Cosimo Trancone, 33 anni, Michele Antonino, 37, e il capo, Gianclaudio Marongiu, 50. Tre vengono presi dopo un colpo in banca ad Alba il 13 marzo 2012, altri 5 nei mesi successivi, mentre l'altro giorno sono finiti in manette Trancone e Mannarino. Ala banda, i militari attribuiscono 17 assalti tra banche, poste e gioiellerie, con un bottino di oltre 190mila euro.