Quelle donne artigiane che coltivano talenti in erba

Elena GaiardoniDiDonne & Friends & Young. Potrebbe essere la nuova sigla di Confartigianato. «In vista del Fuori Salone l'anno scorso abbiamo aperto l'esposizione alla Fabbrica del Vapore alla creatività maschile. Quest'anno puntiamo sui giovani» dice Arianna Fontana, presidente di Confartigianato Milano che insieme al Comune lancia «Alla luce del sole», sei premi di 500 euro ciascuno per giovani designer tra i 18 e i 35 anni. «Dobbiamo incentivare i talenti in erba entrando col bando e con i nostri artigiani direttamente nelle scuole» spiega Rossella Nigro, che nella vita fa il fabbro ed è presidente di Donne Confartigianato Milano, Monza Brianza.«Salvati dalla crisi con le tue stesse mani» potrebbe essere il motto lombardo visto che in Lombardia sono state aperte ben 79.140 partite Iva solo nel 2015 su un totale di 516.407 di partite Iva nazionali. «Da anni la collaborazione tra Comune e Confartigianato dà frutti eccellenti. Ora dobbiamo incentivare l'impresa e la creatività giovanile» spiega l'assessore alle Politiche per il Lavoro Cristina Tajani. Carta, ferro, scarpe, oggetti per la casa e anche uova di struzzo sono i «materiali» con cui i nostri artigiani portano avanti l'economia di base, partendo dalla base, ovvero da coloro che sognano di entrare nel mondo della moda, ad esempio, e non sanno che potrebbero fare i modellisti per creare la bellezza. «La bellezza lombarda è il principio che ci salva» osserva Giovanni Barzaghi, presidente di Apa Confartigianato Monza Brianza e Milano. DiDonne&Friends dà appuntamento ai milanesi al Fuori Salone 2016 alla Fabbrica del Vapore dal 12 al 17 aprile 2016.