Rapina finisce in rissa, due in carcereVia Vigevano

Hanno tentato di rubare un iPhone5 ma sono stati inseguiti, schiaffeggiati, e infine arrestati: è successo intorno alle 2.30 della notte tra mercoledì e giovedì in via Vigevano, dove una 24enne che stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa sui Navigli si è vista sottrarre lo smartphone da due uomini nordafricani. La ragazza, in compagnia di tre amici, ha inseguito i ladri fino a Porta Genova, dove sono intervenuti due giovanotti rumeni che hanno fermato e picchiato i nordafricani. Nella confusione del momento la vittima del furto ha schiaffeggiato anche uno dei suoi soccorritori, che ha risposto a sua volta con una sberla.
Per riportare la calma c'è voluto l'intervento della polizia, che ha preso in consegna i rapinatori: si tratta di due tunisini di 28 e 23 anni, condotti prima al Fatebenefratelli per le ferite riportate, e poi dritti al carcere di S. Vittore. Uno dei due è stato aveva anche un coltello, mentre l'altro nascondeva alcuni grammi di hashish. La movimentata notte si è conclusa con un chiarimento tra italiani e rumeni, che hanno scelto di non presentare denuncia per gli schiaffi volati durante il concitato inseguimento.