Il regalo di Pisapia: un miliardo di tasse in più della Moratti

Ma il sindaco si assolve e dà la colpa a Berlusconi: "Togliendo l'Imu ha colpito le giunte di sinistra"

Prima che Giuliano Pisapia arrivi alla sua terza festa del Pd da sindaco piove che Dio la manda, come nel 2011 quando aveva vinto le elezioni da poco più di due mesi. Ma che l'aria sia cambiata tra i compagni e quel sindaco che doveva portare un «vento nuovo» a Milano lo si intuisce subito. La festa (dati i costi della Cosap alzati dal Pisapia medesimo) si è trasferita da Lampugnano a Sesto San Giovanni.È vero che è più scomodo arrivarci ma la platea che spingeva per farsi posto si è ridotta a un centinaio - forse 150 - militanti che occupano i posti a sedere, pochi rimangono in piedi. E il primo ad accogliere Pisapia fuori dal tendone è un pensionato che protesta per i rincari. Il consigliere Pdl Fabrizio De Pasquale ha fatto due conti per «coloro che votarono Pisapia giudicando esagerati gli allarmi sul programma tutto tasse dell'avvocato». Ha messo a confronto il Bilancio 2010, l'ultimo firmato da Letizia Moratti, e quello 2013 appena approvato dalla giunta arancione (a breve in aula per il voto). Risultato: 931 milioni di tasse in più Con il centrodestra i milanesi versarono 303 milioni di Ici, che si pagava solo sulla seconda casa. Oggi Pisapia prevede di incassare di Imu 942 milioni (solo per la parte che va al Comune). L'Irpef tre anni a Milano fa non si pagava, a differenza di altre città, mentre la giunta arancione l'ha introdotta subito e quest'anno la pagheranno anche quanti guadagnano mille euro al mese: esentati solo i redditi sotto i 15mila euro, per un totale di 179 milioni. Tassa rifiuti? É cambiato il nome, da Tarsu a Tares e l'incasso è passato da 231 a 289 milioni. La Cosap è raddoppiata, da 29 a 57 milioni. È stata introdotta la tassa di soggiorno che frutta alle casse comunali (per fortuna non a spese dei residenti) 27 milioni. E si parla solo delle entrate fiscali, perché nel frattempo il biglietto Atm è passato nel 2011 da un euro a 1,50 e sono aumentati da settembre pure gli abbonamenti. Stanno per scattare i rincari della sosta, dell'acqua e del gas. La riduzione dei trasferimenti romani usata dal sindaco per difendersi dalla raffica di stangate? Tra 2010 e 2013 «nella peggiore delle ipotesi» sottolinea De Pasquale è pari a 490 milioni. «Dove sono finiti i rimanenti 490 milioni?», domanda il consigliere. Che fa appello anche a commercianti, categorie produttive e società civile «si facciano sentire, è ora di fare una grande protesta contro una giunta che evidentemente non ha applicato bene la spending review e sta spendendo male i nostri soldi».
Pisapia alla festa del Pd si difende invece dalle polemiche già scoppiate per la stangata Atm e non ancora esplose sugli aumenti dell'Imu prima casa e dell'Irpef approvati solo venerdì e non ancora pienamente «registrati» dai milanesi. «Non ho scelto di fare il sindaco per aumentare le tasse e alzare i biglietti del tram - premette - ma per fare lotta all'evasione fiscale e per far sì che chi più ha in un momento di difficoltà dia un contributo maggiore». L'Imu «era l'unica patrimoniale che si basa sulle possibilità economiche» grazie a cui i Comuni «potevano avere somme di denaro da investire per i lavoratori in cassa integrazione, i licenziati, per gli investimenti per lo sviluppo». La scelta del Governo di togliere la prima rata dell'Imu per il sindaco è stata fatta «sotto ricatto» e «non è solo destinata ad accontentare l'elettorato del centrodestra, ma è finalizzata, con una ferocia oggettiva, a penalizzare gli enti locali. E un motivo c'è. La maggior parte dei comuni italiani è governata dal centrosinistra. Obiettivo dunque far cadere la credibilità dei sindaci, per la prima volta in grande maggioranza di centrosinistra, in vista delle prossime elezioni». Una teoria del complotto. Alla festa del Pd non vuole «far polemica con il premier Letta, ma aveva detto che ci sarebbe stata una rimodulazione Imu, chi ha ville e grandi case doveva pagare».
Con l'aumento dell'Imu e dell'Irpef la sua giunta ha dovuto fare «scelte dolorose», ma «il rischio era il default e il commissariamento». E quindi, restituire molto probabilmente il governo al centrodestra. Garantisce che giunta e maggioranza si sono prese «l'impegno in fase di consiglio a migliorare la manovra, a tutela delle categorie deboli».

Commenti

semprecontrario

Lun, 09/09/2013 - 09:02

Milanesi SVEGLIA

il gotico

Lun, 09/09/2013 - 09:35

Credo che nessuno obietterà se dico che la Moratti non verrà ricordata fra i primi 5 sindaci di Milano, sicuramente non passerà alla storia per aver trasformato Milano nella vergogna in cui versa ora. Microcriminalità con una percentuale di aumento superiore anche a Napoli e Palermo, i ROM che sembrano i veri padroni della città, strane amicizie in giunta con assunzioni per consulenze varie, aumenti e tasse ovunque, pensiero ossessivo di costruire la più grande moschea di europa mentre la madonnina manca poco che crolli... sindaco dei miei .... Auguriamoci si levi presto di torno, manca ancora troppo alla fine del mandato, molto meno alla devastazione che questo incapace sta arrecando al motore produttivo d'italia.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 09/09/2013 - 09:37

io sono dell'idea che trovare persone capaci sia difficile ma pensare di trovarle nella sx sia pura utopia!

paolodb

Lun, 09/09/2013 - 09:41

Quante balle da questo individuo.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 09/09/2013 - 09:47

Si riconferma cio che si e sempre saputo.I compagni con i soldi degli altri sanno fare compagnia.

gneo58

Lun, 09/09/2013 - 09:49

certo che se i soldi dell'IMU ti servono a pagare gli zingari...... (e altro che e' meglio non sapere.......)

Giorgio5819

Lun, 09/09/2013 - 09:54

Questo omuncolo inguardabile deve essere rimosso dal tessuto produttivo milanese.

Ritratto di Senior

Senior

Lun, 09/09/2013 - 09:54

Quando si vota, per qualsiasi incarico politico, si dovrebbe tener conto, prima della personalità, poi della persona ed infine se quello che promette di fare collima con la sua personalità. Nel caso di pisapia ho l'impressione che lui ha voluto essere sindaco, non per amministrare la città nell'interesse dei cittadini, come avrebbe dovuto, ma per realizzare le sue personali posizioni nei confronti di problemi quali: la sicurezza e lo sviluppo dei "centri sociali", il benessere dei nomadi costruendo per loro le case che gli sfrattati milanesi sognano e perché no, non guasta nemmeno la costruzione di una bella moschea che i meneghini desiderano da tanto tempo. Se il sindaco avesse detto che avrebbe realizzato queste cose non lo avrebbe votato nessuno, ma la campagna elettorale è fatta per dire e promettere cose che, se sono in linea con la personalità del candidato è possibile che vengano realizzate se invece distano all'infinito si può essere certi che si realizzerà solo ciò che nasconde ma che non dice il "bla bla bla" di turno. senior

gigi0000

Lun, 09/09/2013 - 09:57

Il SINISTRO BUFFONE, che ha più che raddoppiato le tasse ai milanesi, forse si dimentica che l'ICI è stata eliminata nel 2008 e la Moratti ha governato la città dal 2006 al 2011.

Gioa

Lun, 09/09/2013 - 10:08

pisapia ma tu non eri il famoso santo incoronato? HAI FATTO LA GUERRA A DOLCE E GABBANA PERCHE' NON PAGANO LE TASSE....LE STANNO PAGANDO....RICORDATI CHE LORO SONO PRIMA DUE GRANDI UOMINI POI DUE STILISTI DI FAMA MONDIALE...GLI HAI FATTO CHIUDERE L'ATTIVITA' PER TRE GIORNI CON GROSSE PERDITE PER L'ECONOMIA CHE IN UN MOMENTO DI CRISI COME QUESTO IL LORO CONTRIBUTO COME IL CONTRIBUTO DI TANTI ALTRI CHE SI INVENTANO OGNI GIORNO UNO STILE NUOVO E' INDISPENSABILE. PRIMA DI ATTACARE LORO CARISSIMO PISAPISA SAREBBE OPPORTUNO CHE TI SPECCHIASSI PERCHE' E' GRAZIE A LORO CHE TU ESISTI E OCCUPI UNA POLTRONA CHE SAREBBE MEGLIO FARLA OCCUPARE AD UN'ALTRA PESONA...IL SINDACO DI MILANO RILANCIA L'ECONOMIA FACENDO CHIUDERE I NEGOSTI AL MERCATO...IL SIDACO DI MILANO E' UN UOMO CHE PER FARE QUESTO GIOCHINO E' STATO ELETTO....IO IL VOTO NON TE LO DARO' MAI!! PISAPIA ESAMINO DI COSCENZA!!

linoalo1

Lun, 09/09/2013 - 10:11

Un classico!Per i Comunisti,la colpa è sempre degli altri!Lino.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Lun, 09/09/2013 - 10:34

berlsuconi (dopo la galera) potrebbe fare il sindaco a milano.. dai perdenti, votate votate votate!

gentlemen

Lun, 09/09/2013 - 11:02

Sono curioso di sapere se alle prossime elezioni i milanesi voteranno a SX. Ancora i sinistronzi non vogliono capire che la politica è al servizio dei cittadini e non il contrario!

elalca

Lun, 09/09/2013 - 11:37

brutta cosa la lobotomia, soprattutto se praticata a un deficiente come il sindaco di milano

Libertà75

Lun, 09/09/2013 - 11:42

@ferdnando55 e di Pisapia cosa pensa? sappiamo che disprezza SB e forse può avere ragione, ma in merito all'argomento che dice? si è fatto un'idea?

gardadue

Lun, 09/09/2013 - 12:35

ferdnando55 PERDENTI? MA SE NEGLI ULTIMI ANNI SIETE RIMASTI CHIUSI NELLE FOGNE GRAZIE AL NOSTRO VOTO E SE NON CI FOSSE UNA MAGISTRATURA COLLUSA CON I TERRORISTI MAFIOSIROSSI SARESTI NELLA FOGNA CHE TI MERITI ANCORA OGGI TOPO GIGIO DI UNO

cgf

Lun, 09/09/2013 - 12:44

Ottima scusa, degna di un avvocato che ha avuto a che fare con la procura di Milano!! ma che discorso è? la IMU è mancata anche alle giunte di DX e quelle Civiche.

il gotico

Lun, 09/09/2013 - 12:45

In tutta onestà, mandare avanti una metropoli non deve essere per niente facile, quindi il mestiere di sindaco, nonostante lo stipendio e i benefit, lo eviterei senza indugi. Ciò non toglie che se quest'anno dopo aver pagato quel macigno di tasse in più, ci ritrovassimo con una città modello, con un livello di criminalità ai minimi storici, con tante migliorie da rendere Milano abitabile come poche al mondo... beh non potrei non dire bravo a pisapia... ma il vero problema è che da quando "coso" è salito al potere, ha messo a posto i suoi amici con le consulenze d'oro, ha permesso che aumentassero del 30% i furti nelle abitazioni, ci si accoltella in piazza duca di aosta nemmeno fossimo nella peggior bettola del sud america, i rom salgono e scendono dal tram senza biglietto e lui alza il pedaggio ai paganti, si vive peggio di prima... ma questo è uno che si prende a cuore i suoi cittadini ? Ma si rende conto di come sta conciando Milano ?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 09/09/2013 - 12:59

Pisapia ha ragione: qualche tassa in meno mette in crisi i comuni amministrati dalla sinistra, che sono spendaccioni, clientelari e, in definitiva, spreconi. Meno "concerti" in piazza, maggior controllo sugli appalti, meno spese demagogiche! Ricetta banale, incomprensibile a sinistra. Sekhmet.

cgf

Lun, 09/09/2013 - 14:26

Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. L'abilità consiste nel ridurre le spese, dando nondimeno servizi efficienti, corrispondenti all'importo delle tasse. Maffeo Pantaleoni (1857-1924), economista italiano. A Milano si sono aumentate le tasse e tagliato sui servizi alla persona, solo ai 'gruppi' è stato concesso qualcosa, gli stessi che non contribuiscono alla città.

epesce098

Lun, 09/09/2013 - 14:50

Certo il Pisapippa, e chi lo conosceva a Milano? I Milanesi no di certo, l'hanno votato solo per far dispetto alla Moratti, ma son caduti dalla padella alla brace. Poverini, come mi fanno pena. Ora tocca soltanto a loro togliere dal fuoco le castagne bollenti.

Ritratto di enzo451

enzo451

Lun, 09/09/2013 - 16:11

.....ma visto che non è capace ed è colpa degli altri, perchè non si dimette mandando in default il comune e far arrivare il commissario; potrà sempre dire che non è stata colpa sua...........ma noi, però, ce lo saremo tolto dalle p...insieme ai suoi accoliti di giunta, mai così deficitaria e incapace e buona solo a mettersi i soldi da qualche parte a discapito dei milanesi........... ered451