Regione, tre mesi di tempo per decidere dove tagliare

Avanti tutta nel taglio dei costi della politica. La giunta regionale ha proposto una bozza di lavoro da sottoporre al consiglio. E poiché si tratta di un tema che tocca sia l'assemblea che l'esecutivo, è stato deciso di istituire un tavolo sui risparmi. Rappresentante della giunta sarà l'assessore all'Economia, Massimo Garavaglia.
Il rischio ennesimo tavolo come sempre esiste, ma questa volta il tempo stringe: entro giugno la Regione dovrà dare attuazione alle norme del decreto legge 174 del 2012. «Siamo convinti di trovare un accordo in maniera veloce: con tempi lombardi» dice Garavaglia. Oltre tutto, la bozza di lavoro richiama quanto già deciso dalla Conferenza Stato-Regioni.
Anche il consiglio regionale è al lavoro sui medesimi temi. E su ispirazione del presidente, Raffaele Cattaneo (nella foto), che punta a decisioni prese all'unanimità, è stato istituito un gruppo di lavoro composto da tutte le forze politiche.
La giunta, su proposta del presidente Maroni, di concerto con il vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani e (per quanto riguarda le Asl) con l'assessore alla Famiglia Maria Cristina Cantù, ha anche nominato i commissari delle sette Aziende ospedaliere e Asl nelle quali non c'era più il direttore generale. I commissari restano in carica fino alla nomina del nuovo direttore generale e in ogni caso per non più di dodici mesi. A Niguarda va Marco Trivelli. Alla Asl di Monza e Brianza Matteo Stocco. Alla Asl di Sondrio Paolo Grazioli. Alla Asl di Varese Stefano Taborelli. Agli ospedali di Valtellina e Valchiavenna Giuliano Pradella. Al San Gerardo di Monza Simonetta Bettelini. All'azienda ospedaliera Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri.
All'ordine del giorno della giunta anche il tema del Pgt. Ed è stata approvata l'informativa dell'assessore all'Urbanistica, Viviana Beccalossi, che garantisce una proroga ai Comuni sul piano di governo del territorio. «Una proposta - spiega Beccalossi - che prevede una nuova e ultima proroga, per sostenere e supportare quei circa 200 Comuni lombardi che non sono ancora stati in grado di adottare il nuovo Pgt e contemporaneamente assistere e monitorare il percorso verso la definitiva approvazione per quei circa 300 Comuni che hanno il Pgt solo adottato».
Giornata intensa anche per l'ufficio di presidenza del consiglio. Oltre alle 8 commissioni tradizionali, tutte confermate, ne sono state istituite altre quattro speciali: Antimafia, Enti locali, Carceri e Rapporti tra Lombardia e Canton Ticino. Le nomine saranno discusse durante il consiglio del 9 aprile, che eleggerà anche i tre rappresentanti regionali che andranno a Roma per eleggere il presidente della Repubblica.