Renzi difende Uber: "Servizio straordinario"

Ieri Lupi ha bollato come "illegale" il servizio UberPop. Ma il premier...

"Uber è un servizio straordinario, dalla prossima settimana affronteremo anche questa questione". A dirlo è Matteo Renzi che nella diatriba tra tassisti e conducenti Ncc si schiera a favore di questi ultimi, pur sottolineando che il tema deve essere discusso anche a livello istituzionale. 

"Io ho utilizzato Uber a New York con un amico", rivela il premier, mentre a Milano continuano le polemiche e le proteste soprattutto nei confronti del nuovo servizio UberPop che trasforma di fatto in Ncc i privati cittadini. Ieri, dopo un incontro con i tassisti, sia il governatore della Lombardia Roberto Maroni che il ministro dei trasporti Maurizio Lupi avevano definito illegale questa nuova possibilità.

Intanto l'eco della protesta arriva anche a Roma, seconda città italiana dove è in funzione Uber. "Il fenomeno nella Capitale è meno diffuso e Uber ha più difficoltà di penetrazione nel mercato rispetto a Milano, città interessata da flussi transfrontalieri", spiega l'assessore alla Mobilità, Guido Improta, "Qui sono già operativi 3.400 NCC provenienti da altri Comuni, che abbiamo controllato capillarmente, denunciando gli abusivi. Già da due anni abbiamo istituito un tavolo permanente al quale siedono anche i rappresentanti dei tassisti e stiamo per varare un nuovo dispositivo che riguarderà Fiumicino. Certo, occorrerà ammodernare la normativa nazionale dopo una attenta indagine di mercato".

Commenti

allleghe

Gio, 22/05/2014 - 13:33

Per me, il nostro paese necessita lavoro, meno burocrazia e solo nuovi servizi possono far aumentare i consumi e il PIL!

gamma

Gio, 22/05/2014 - 14:16

Non conosco le normative, per cui non mi azzardo a dire se Uber è legale oppure no. Però me ne sono servito sia a Milano che a Berlino e l'impressione che ne ho ricavato è stata estremamente positiva: belle auto, molto ben tenute e autisti gentili e disponibili. E i prezzi, di solito molto inferiori a quelli dei taxi. Ma non è il prezzo dopotutto l'attrattiva maggiore. Mi azzardo a fare una previsione. Secondo me i taxi così come sono oggi in Italia sono destinati a sparire. Mi spiace per i tassisti. A Berlino mi dicevano che molte delle vecchie compagnie di taxi avevano già chiuso. Fra l'altro Uber è solo l'inizio. Presto ci saranno degli imitatori e allora ...

blackbird

Gio, 22/05/2014 - 14:18

Che l'innovazione non si possa fermare è vero, ma se non si regolamenta il settore finiamo come con i telefoni pubblici: se ti malmenano per fregarti il cellulare non puoi chiamare aiuto da nessu telefono pubblico, avendo di fatto eliminato tutti gli apparecchi dalle strade! E così se eliminiamo i taxi e non abbiamo lo smartphon hai voglia di cercare un'auto pubblica per spostarti in una città che non conosci!

pinux3

Gio, 22/05/2014 - 15:06

Qualcuno dovrebbe spiegarci perchè mai in Italia dobbiamo avere I TAXI PIU' CARI DEL MONDO (sfido chiunque sia stato all'estero a smentirmi...).

Ritratto di nutella59

nutella59

Gio, 22/05/2014 - 15:12

Anche da qui si vede chi è veramente per il libero mercato e chi invece difende il mondo arretrato, fatto di licenze e burocrazia, dell'economia catto-fascio-comunista. L'Italia, con la gente come Lupi, non uscirà mai dal medioevo.

jakc67

Gio, 22/05/2014 - 15:42

I taxisti temono semplicemente che le loro licenze perdano valore, lo scrivo senza giudicare, solo completezza di informazione.... hanno subito la stessa fregatura gli autotrasportatori, rimettendoci in nome della libera concorrenza gli unici capitali sicuri in loro possesso, valutati dai 40 mila euro in su prima, carta straccia ora...

Gfrank54

Gio, 22/05/2014 - 15:46

Uber e' illegale qualsiasi persona abbonato al servizio puo effettuare la corsa (anche senza licenza) e quindi in nero. credo che non sia questione di burocrazia ma correttezza con che la licenza l'haacquistata

Boxster65

Gio, 22/05/2014 - 15:54

Il calcolo del Premier è presto fatto. Meglio perdere il voto di poche migliaia di tassisti di Milanesi che quello dei liberisti Italiani che vedono le novità come opportunità e che sono contro le lobbies. Peraltro quella dei tassisti è la lobby più sfigata, quindi quella più facilmente attaccabile. Altre Caste sono INTOCCABILI!!!

onurb

Gio, 22/05/2014 - 16:24

pinux3. Qualcuno dovrebbe spiegarci non solo ciò che dice lei, ma anche perché chi vuole una licenza per fare il tassista deve chiedere il mutuo per poterla avere. Conosco un paio di tassisti. Uno di questi ha pagato 200 mila euro per la licenza e ha fatto il mutuo. Sono favorevole a liberalizzare il mercato ma, se fossi al posto di questo conoscente, anch'io mi incazzerei. Da un giorno all'altro la mia licenza, che è costata non un occhio della testa ma due, varrebbe meno della carta su cui è stampata. Pensi a come reagirebbe un lavoratore, se il giorno in cui va in pensione qualcuno gli dicesse che la liquidazione, per cui ha versato tanti bei soldini, non gli sarà più corrisposta. Perché questo è la licenza: la liquidazione.

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 22/05/2014 - 18:04

Se non sono regolamentati, chi protegge il passeggero? Sono assicurati? pagano le tasse? A quali tariffe si attengono? hanno il tassametro? Insomma, chi va protetto è il consumatore-

Snoopix

Gio, 22/05/2014 - 18:52

Uber ed UberPop sono due cose completamente differenti...comunque il problema dei taxi rispetto ad Uber (e agli altri NCC in generale) sono: I Taxi sono più cari I tassisti sono spesso poco cortesi, non parlano inglese e guidano telefonando a voce alta Pochissimi Taxi prendono la carta di credito Ci sono Taxi belli (auto nuove, pulite, grandi) e Taxi orrendi (tipo Panda). Visto che il prezzo è lo stesso non vedo perché il cliente non possa scegliere... insomma i Taxi fanno di tutto per farsi odiare dai loro clienti... non finiranno bene...

Snoopix

Gio, 22/05/2014 - 18:54

Farusman, trovami il passeggero che si lamenta di Uber o di altri NCC...

angelomaria

Ven, 23/05/2014 - 13:50

pienamente ragione quasi quasi la passava liscia!!!