il retroscena

Bocche cucite in corso Monforte sulle voci che vogliono il prefetto Lombardi diretto a Palazzo Chigi. Verso quella segreteria generale della presidenza del Consiglio che Mauro Masi potrebbe lasciare scoperta spostandosi alla Rai. Bocche cucite ma in prefettura parlano gli occhi. E i sorrisi. Quelli orgogliosi delle collaboratrici, e quello - lusingato e imbarazzato - dello stesso Lombardi, che ovviamente non commenta. Due lauree, avvocato del prestigioso foro napoletano, una breve parentesi nella City londinese alla Commercial Bank of Australia, Lombardi ha già esercitato in passato incarichi «romani» di rilievo, e al vertice dell’apparato governativo coronerebbe la sua carriera da «grand commis».