Ricercato subisce una rapina, poi lo portano in carcere

La beffa si è aggiunta al danno per un 27enne che dopo aver subito un tentativo di rapina vicino alla stazione Centrale e aver ricevuto l'aiuto da parte delle forze dell'ordine, è stato portato in questura dove dai controlli gli agenti hanno scoperto che nei suoi confronti pendeva un ordine di esecuzione per carcerazione: deve scontare una pena di tre anni. Il giovane è stato quindi portato a San Vittore.

Tutto è iniziato nella serata di sabato intorno alle 19.30. Il ragazzo, J. Z., si trovava in piazza Luigi di Savoia ed è stato avvicinato con la scusa di una sigaretta da due italiani. Si sono poi aggiunti due nordafricani e il gruppo ha accerchiato il 27enne e ha cominciato a colpirlo più volte, al volto e al corpo provando a portargli via il borsello. All'arrivo di una Volante i due nordafricani sono fuggiti, mentre i due italiani - lui di 29 anni, G.B., lei di 27, L.B. - sono stati arrestati per tentata rapina aggravata in concorso. Il ricercato ha rifiutato le cure mediche e dopo gli accertamenti è passato direttamente dalla questura alla prigione.