Riecco Moroder, l'inventore della Disco

Alla bella età di 75 anni, Giorgio Moroder si gode una seconda, inaspettata giovinezza. Parliamoci chiaro: il compositore-produttore gardenese (di Ortisei) avrebbe potuto tranquillamente godersi una pensione dorata - in fondo, stiamo parlando dell'uomo che ha determinato il successo planetario di Donna Summer, l'ideatore della disco music, essendo l'autore di hit del calibro di «I feel love», «Love to love you baby» e «Hot stuff» -, e invece no.

Dopo che i parigini Daft Punk, signori miliardari dell'elettronica-dance contemporanea, lo hanno di recente riportato alla ribalta e fatto riapprezzare alla gioventù contemporanea, non c'è da stupirsi se quest'anno si sia tolto lo sfizio di realizzare il suo primo album da 30 anni a questa parte, «Déjà Vu», che stasera (dalle 22.30) presenterà dal vivo nell'area dei Mercati Generali, nell'ambito dell'Estathè Market Sound. Un ritorno a uso e consumo dei fan della disco music in versione 2.0 per quello che è un vero e proprio artigiano dell'elettronica applicata al pop, che ha sempre «composto con un occhio al suono del futuro» (così Brian Eno parlò di lui a David Bowie, con il quale in seguito avrebbe collaborato...), arricchito dalle voci di Kyle Minogue, Britney Spears, Kelis e delle emergenti Sia e Charlie XCX (per non venire meno alla fama di talent scout di cantanti, no?).

Ascoltando l'altro «re Giorgio» (dimenticavamo: dopo essere stato adottato da Hollywood ha composto le colonne sonore Oscar di «Fuga di mezzanotte», «Flashdance» e «Top Gun») si finisce inevitabilmente per mettere a confronto la dance degli anni Settanta, decisamente più glamour e, se vogliamo, anche più tradizionale nella composizione dei brani (che, pur disprezzati dagli amanti del rock, prevedevano strofa e ritornello…), con quella attuale, dai suoni sì serrati, accattivanti e molto ricercati, ma dalla portata decisamente meno rivoluzionaria.

A rendere omaggio al gran maestro della disco music ci sarà anche un tris di affermati deejay nostrani: l'eterno Claudio Coccoluto, Dj Pisti e Dj Zeemo.