«Risparmiamo su tutto per far divertire i figli»

Le voci di spesa maggiori della famiglia Deluca si chiamano Elisa e Camilla e sono un costo fisso rispettivamente da nove e da cinque anni. «Mille euro al mese» dichiara il papà Massimiliano, impiegato alla Pirelli Pneumatici, che però non se ne rammarica. «Quando hai dei figli è normale che loro diventino la priorità» dice. E, del resto, le loro risate, quando a grande richiesta si traveste da «aquila reale», annullano istantaneamente i sacrifici.
La tua vita e quella di tua moglie è cambiata molto con l’arrivo delle bimbe?
«Sono diminute verticalmente le spese per i nostri “vizi”, per il cinema e il ristorante. Cerchiamo comunque di ritagliarci i nostri spazi. Io, ad esempio, continuo ad andare in piscina, per me lo sport è fondamentale. Però gli unici extra sono per le bimbe».
A parte le spese per le vostre figlie, quali sono i beni che incidono maggiormente sul vostro bilancio?
«Sicuramente gli alimentari. Lì non lesiniamo e stiamo attenti alla qualità. Seguono le spese per la casa, dalle bollette alle spese condominiali. Mia moglie poi lavora fuori città, quindi anche i trasporti incidono parecchio».
L’indagine della Camera di Commercio rivela che, paradossalmente, le famiglie con i figli risparmiano di più. Anche voi vi sforzate di accantonare qualcosa ogni mese?
«Sì, assolutamente. Anche perché c’è il mese in cui non ce la fai perché la bimba deve mettere l’apparecchio ai denti e se ne vanno mille euro in un colpo solo».