Rissa in piscina per un narghilè Bimba di 8 anni ferita allo zigomo

Domenica le «Volanti» sono andate in piscina. E non perché facesse troppo caldo e avessero bisogno di un bagnetto refrigerante. Piuttosto, al «Lido», piscina di piazzale Lotto (zona San Siro), gli equipaggi della polizia sono stati costretti a intervenire poco prima delle 17 per una lite scoppiata tra i bagnanti stesi sugli asciugamani attorno alla vasca. Quando la polizia è arrivata, naturalmente, c'è stato un fuggi fuggi generale. Solo una bimba di 8 anni, in un angolo, si lamentava: nel trambusto e nel marasma totale qualcuno l'aveva sbalzata accidentalmente contro una balaustra, ferendola allo zigomo destro. Niente di grave, la piccola non ha avuto nemmeno bisogno dell'intervento del 118, l'ha medicata la mamma.

Motivi della lite? «Futili» conclude la relazione della polizia. Non secondo le telecamere di Repubblica Tv che sono riuscite casualmente a immortalare la lite dall'inizio alla fine con un video che, oltre che sul sito online del quotidiano è stato postato ovviamente su YouTube. La lite sarebbe nata quando una signora si è lamentata con dei giovani che stavano accendendo un narghilè per fumare. Da lì è partita una violenta discussione che si è conclusa con calci, spintoni e anche un pugno sferrato in pieno volto a un ragazzo che è caduto, quindi è stato colpito di nuovo con un bidone dell'immondizia (ma all'arrivo della polizia era già sparito).