Un ristorante sul tetto della Triennale Nuovo bando per un bar a Villa Reale

Dal 10 aprile al primo novembre 2015 la Triennale si trasformerà nel padiglione «Arts&Food», interamente dedicato alla relazione fra le arti e il cibo a partire dalla metà dell'Ottocento fino ai giorni nostri. Una mostra allestiti su circa 7mila metri quadrati tra edificio e giardino. Ma il presidente della Fondazione Claudio De Albertis ha annunciato ieri un'altra novità in arrivo al palazzo di viale Alemagna in occasione di Expo: un ristorante sul «tetto» della Triennale. Sarà pronto a marzo, costo dell'operazione 800mila euro circa, il progetto si conoscerà a settembre: uscirà da un concorso tra 25 studi di architettura. E l'idea è che venga gestito a turno dai migliori chef.
Dopo un bando andato deserto, il Comune riprova invece a cercare un gestore per aprire una caffetteria alla Galleria di arte moderna in via Palestro. Ieri ha lanciato un nuovo avviso e per attrarre maggiormente l'interesse di eventuali concorrenti ha inserito la possibilità di realizzare vetrate per la chiusura del sottoportico e di usare una porzione del cortile centrale della Villa Reale per la posa temporanea di tavolini e sedie all'aperto, per sei mesi all'anno. Ridotto da 9 a 8 ore al giorno l'orario di apertura e il bar potrà essere affittato per eventi aziendali.